Le moto elettriche di Eicma 2018

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

L’edizione 2018 di Eicma, l’Esposizione internazionale ciclo, motociclo e accessori, dall’8 novembre aprirà ufficialmente i battenti e durerà fino a domenica 11 novembre a Fiera Milano-Rho. Noi di Wired siamo andati a fare un giro in anteprima per dare un’occhiata alle moto elettriche. L’elettrificazione ha infatti colpito in maniera importante anche questo settore e molte delle storiche case hanno portato ad Eicma 2018 una serie di novità. Vediamo quelle più interessanti.

Piaggio Vespa elettrica
Non possiamo non iniziare la nostra rassegna con la Vespa Elettrica, la versione a zero emissioni dello scooter più famoso al mondo. In concomitanza con l’uscita sul mercato, il Gruppo Piaggio (ri)porta a Eicma 2018 la Vespa Elettrica, questa volta in versione definitiva.

Vespa Elettrica e Vespa Elettrica X | Emiliano Ragoni
Vespa Elettrica e Vespa Elettrica X | Emiliano Ragoni

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, la power unit della variante elettrica della popolare Vespa eroga una potenza continua di 2 kW e di picco di 4 kW, offre una coppia motrice di oltre 200Nm. L’autonomia raggiungerà i 100 chilometri grazie a una batteria al litio che gode del Kers (Kinetic energy recovery system) per il recupero dell’energia.

Vespa elettrica X, la variante ibrida che arriverà a marzo 2019, può contare su un powertrain ibrido con una batteria da 2 kWh. L’autonomia arriva fino a 200 km; 50 sono i km garantiti dal powertrain elettrico e 150 km dal motore endotermico.

Vespa Elettrica X | Emiliano Ragoni
Vespa Elettrica X | Emiliano Ragoni

 

Harley Davidson LiveWire
Una Harley Davidson elettrica potrebbe apparire come un ossimoro. Forse per qualcuno ancora lo è, tuttavia la casa americana ha deciso di cambiare rotta in maniera forte portando a Eicma la versione definitiva della prima elettrica: LiveWire.

La casa americana però non ha rilasciato alcun dettaglio tecnico sulla moto, quindi non sappiamo la capacità della batteria, l’autonomia e nemmeno il sistema di ricarica. Come fascia di prezzo dovrebbe collocarsi nel segmento medio-alto del mercato con un costo al pubblico di 25mila euro.

Esteticamente la moto si lascia apprezzare per una coda corta, una livrea in un’arancione molto ispirato e per il telaio ben in vista che abbraccia i grossi pacchi batteria. La moto conferisce la sensazione di essere ben piantata a terra grazie al baricentro molto basso. La guidabilità è assicurata dalle ruote da 17 pollici, da gli pneumatici sportivi Michelin e dalle sospensioni Showa completamente regolabili.

Sono previste sette diverse modalità di mappatura in grado di adattarsi alla guida del pilota. Presente anche un moderno sistema di infotelematica con schermo touch da cui si può controllare la musica ed il Gps. Attraverso il protocollo Bluetooth la moto dialoga con lo smartphone. Il lancio è previsto nel 2019.

Harley Davidson LiveWire| Emiliano Ragoni
Harley Davidson LiveWire| Emiliano Ragoni

 

Fantic E-Caballero e Issimo
Fantic Motor E-Caballero è un’altra grande novità di questa edizione 2018 di Eicma. Stiamo parlando della prima elettrica della storica casa italiana Fantic Motor. La E-Caballero da punto di vista costruttivo condivide la base tecnica ed il design con il modello Flat Track, quindi abbiamo un telaio monotrave in acciaio, forcellone in alluminio, forcella a steli rovesciati e cerchio anteriore da 19 pollici e posteriore da 17.

Fantic E-Caballero, un particolare della strumentazione | Emiliano Ragoni
Fantic E-Caballero, un particolare della strumentazione | Emiliano Ragoni

Il powertrain elettrico è un Ac a magneti permanenti da 11 kW -possono guidare la moto tutti i possessori di patente A1-. L’autonomia, garantita da una batteria da 7,5 kWh, è di 150 km e la velocità massima di 120 km/h.

Fantic E-Caballero | Emiliano Ragoni
Fantic E-Caballero | Emiliano Ragoni

Un’altra novità portata da Fantic è Issimo, una rivisitazione di un ciclomotore nato 40 anni fa. Si tratta di una eBike con telaio in alluminio che può contare su uno stile molto contemporaneo -belle le cromature sulla parte centrale del telaio, pneumatici di grande sezione, 20”x 4.0, accoppiati a freni a disco idraulici. Essendo una eBike chiaramente non può mancare il motore elettrico che ha una potenza massima di 250 W e una coppia di 95 Nm. La batteria agli ioni di litio è da 630 Wh. Completano l’equipaggiamento un display multifunzione retroilluminato.

Fantic Issimo | Emiliano Ragoni
Fantic Issimo | Emiliano Ragoni

 

Kymco SuperNex
Kymco è uno dei più grandi produttori di scooter al mondo che sta dimostrando di credere molto nell’elettrico. Il progetto iOnex presentato a marzo 2018 non è infatti solo‘ uno scooter elettrico bensì un intero ecosistema dove sono state previste stazioni, charging station, dove trovare sempre una batteria carica.

Oltre allo scooter iOnex Kymco ha stupito tutti presentando il prototipo di una moto elettrica in grado di garantire prestazioni elevate. Stiamo parlando di SuperNex una moto completamente elettrica in grado di raggiungere la velocità massima di 250 km/h e di garantire un’accelerazione da 0-100 km/h di 2,9 secondi, 0-200 km/h in 7,5 secondi e 0-250 km/h in 10,9 secondi.

Per guidare la SuperNexi bisogna necessariamente essere dei piloti esperti, tuttavia l’azienda ha garantito che sarà disponibile anche una modalità di guida in grado di limitare le prestazioni.

Un’altra particolarità della SuperNex è la presenza del cambio manuale a sei marce. La scelta del cambio è stata fatta dall’azienda con il fine di garantire il massimo sfruttamento della potenza disponibile.

Kymco SuperNEX| Emiliano Ragoni
Kymco SuperNEX| Emiliano Ragoni

Inoltre Kymco SuperNex prevede l’implementazione di un “rumore”. Nella sostanza la moto amplifica il suono del motore elettrico esistente, ma offre all’utente la possibilità di regolare l’intensità.

Niu
Niu è un produttore di scooter asiatico che è ormai è diventato una presenza fissa ad Eicma 2018. Alla rassegna milanese Niu ha annunciato il proprio ingresso nel mercato B2B con il modello N-Sharing dotato di batterie duali Panasonic 60V 29Ah, che combinate raggiungono una output di 3.48 kW. Il software di Niu è ottimizzato per lavorare con i migliori programmi di gestione flotte presenti sul mercato, compresi Fleetbird, Invers e Vulog.

Le altre novità si chiamano Ngt e M+, lanciati sulla piattaforma Indiegogo.com con la prima campagna globale di pre-vendita di Niu. Ngt e M+ hanno un motore Bosch, rispettivamente da 3.000 watt e 1.200 watt e raggiungono una velocità massima di 70km/h ed hanno un’autonomia di 100km con una sola ricarica. Il prezzo è rispettivamente di 2.299 e 3.999 euro. L’Ngt è dotato di due batterie agli ioni di litio, una collocata sotto la pedana e una sotto il portacasco, che possono essere rimosse e caricate in qualsiasi momento.

NIU N-GT | Emiliano Ragoni
NIU N-GT | Emiliano Ragoni

Niu UPro è un piccolo e compatto scooter che sfoggia un design più semplice e un telaio leggero di 60kg, l’ideale per gli utenti che abitano le città. UPro è la versione più smart di Niu, integra un motore Bosch da 800 watt, accensione keyless, blocco motore e una batteria al litio rimovibile e ultra leggera (5kg) di Panasonic. UPro è disponibile in quattro colori: rosso, blu, bianco e nero al prezzo di €1.899.

Una novità è il fratello minore dell’UPro, U-Mini (Um) che pesa solo 39kg ed ha le stesse caratteristiche e batteria di UPro. UM è il perfetto punto di incontro fra uno scooter e una bici elettrica grazie agli innovativi pedali: il pedale fisso e quello per la guida, infatti, possono essere interscambiati a piacimento.

The post Le moto elettriche di Eicma 2018 appeared first on Wired.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine