I baby pusher nel blitz “Bombola d’oro”, ancora verifiche su un’intercettazione

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Gela. Potrebbe rivelarsi decisivo anche in vista del verdetto dei giudici del tribunale dei minori di Caltanissetta. Verrà valutato infatti il contenuto di un’intercettazione finita nel giudizio contro due giovani (minori all’epoca dei fatti) accusati di essere pusher a disposizione del gruppo scoperto con l’indagine “Bombola d’oro”. Il perito effettuerà l’analisi tecnica di quanto registrato dagli investigatori. In aula, si torna a febbraio. Lo scorso luglio, il pm ha chiesto condanne per entrambi gli imputati, difesi dagli avvocati Carmelo Tuccio e Angelo Licata.

Sette anni e un mese di reclusione per uno degli imputati e cinque anni e quattro mesi per l’altro. Sono queste le richieste formulate dall’accusa

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine