Omicidio Marino a Marsala, un mistero anche per cosa nostra

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Anche per i boss di cosa nostra sarebbe un mistero l’omicidio del pregiudicato e presunto mafioso Baldassare Marino, ucciso a colpi di fucile, la mattina del 31 agosto 2013, in una stradina di contrada Samperi, a Marsala.

La vittima aveva 67 anni. Che l’omicidio sia (o sia stato) un caso irrisolto anche per le cosche emerge dalle intercettazioni effettuate dai carabinieri nel corso delle indagini sfociate nell’operazione antimafia «Visir» (14 arresti, tra Marsala, Petrosino e Mazara, all’alba del 10 maggio 2017).

A parlarne è stato il capitano dei carabinieri Giovanni Basile, ascoltato, in Tribunale, a Marsala, nel processo a quattro dei 14 arrestati nell’operazione «Visir». «L’uccisione di Baldassare Marino – ha dichiarato il capitano Basile rispondendo alle domande del pm della Dda Gianluca De Leo – aprì una forte conflittualità in seno alla famiglia mafiosa di Marsala perché non si capiva chi aveva commesso quell’omicidio. Tanto che l’anziano boss mazarese Vito Gondola (poi deceduto, ndr) chiese a Marco Buffa di prendere informazioni».

FONTE: GDS.IT

L’articolo Omicidio Marino a Marsala, un mistero anche per cosa nostra proviene da Marsala News.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine