Ancona, 22enne segregata e stuprata per mesi: arrestato nigeriano

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Ancona, 10 nov – E’ stato arrestato ad Ancona un immigrato 37enne nigeriano accusato di violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti di una ragazza italiana di 22 anni, in cerca di droga, segregata in casa e costretta in uno stato di schiavitù, sorvegliata da un cane.

L’uomo, accusato anche di cessione di sostanze stupefacenti, è stato fermato dopo un blitz della polizia, il 6 novembre scorso, nell’appartamento che occupava con altri connazionali: all’interno, in sua compagnia, era presente la giovane. Il nigeriano ha anche aizzato il suo cane contro un agente che è rimasto ferito a una mano. Pertanto l’immigrato è accusato anche di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Dalle indagini risulta che la ragazza è stata stuprata 10/15 volte.

In base agli indizi di colpevolezza, raccolti dagli investigatori coordinati dalla Procura di Ancona e suffragati delle analisi tossicologiche svolte sulla vittima dall’Unità di crisi dell’Ospedale Salesi di Ancona (che conclamavano la presenza di droghe nel corpo della vittima), il 37enne è stato fermato come persona gravemente indiziata di delitto, misura poi convalidata dal Tribunale del capoluogo marchigiano.

Gli agenti hanno ascoltato la ragazza che ha raccontato che per procurarsi la droga aveva subito da mesi numerose violenze sessuali da parte dell’immigrato africano.

L’articolo Ancona, 22enne segregata e stuprata per mesi: arrestato nigeriano proviene da Il Primato Nazionale.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine