NELL’ANTICHITA’ PIU’ LIBERTA’ SESSUALE

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Una particolarità risulta tuttavia presente nell’antico Egitto, allora società matriarcale, caratterizzata dalla trasmissione ereditaria dei poteri politici, della nobiltà e dei beni per linea femminile: è l’assenza di qualsiasi condanna dell’incesto. Anzi, specie tra i potenti, l’unione ideale è la coppia fraterna: le sorelle che sposano cioè i propri fratelli. Modificazioni radicali, in questo antico e civile paese, avvennero più tardi, dapprima con un’opposizione dei capi militari al potere politico e religioso delle donne, e successivamente con una vera e propria rivoluzione sociale (2000 a.C.), grazie alla quale le classi più povere acquisirono taluni diritti, fra i quali quello del matrimonio, fino ad allora riconosciuto solo ai ceti più ricchi. Da rilevare infine che presso gli Egizi (e quindi prima che in Israele) si usava praticare la circoncisione. come cerimonia d’iniziazione.
Presso la civiltà babilonese (2000 a.C.) esisteva una precisa regolamentazione della famiglia. Il matrimonio era monogamico, pur essendo legale tenere delle concubine in casa. Analoghi gli usi presso il popolo di Israele, ove il matrimonio era finalizzato alla procreazione, tanto è vero che se risultava sterile poteva essere sciolto. Questa civiltà ammetteva e regolava l’incesto, vietava le relazioni adulterine, riconosceva la prostituzione. Nell’antica India, la fedeltà della donna al marito era assoluta, tanto che la tradizione prevedeva il sacrificio della moglie sopravvissuta alla morte del suo compagno; l’incesto era rigorosamente vietato.
Nella civiltà greca, la sessualità, da un punto di vista sociologico, non era ben definibile. Ciò non solo per le naturali differenze esistenti in singoli periodi o città (Sparta autoritaria e sessuo-negativa, Atene democratica e piuttosto libera) né per i contrasti tra la realtà e la leggenda o la mitologia (nella letteratura l’esercizio dell’attività sessuale era assolutamente libero ed anzi esaltato), ma soprattutto per una certa diffusa libertà di comportamento. La famiglia era tuttavia una comunità di valore economico e sociale; le donne facevano vita piuttosto ritirata; il matrimonio sanciva dei diritti e non dei sentimenti né delle esigenze sessuali (che si potevano soddisfare liberamente con prostitute). L’omosessualità sia maschile che femminile, era accettata ed anche largamente praticata.
Sesso da battaglia. Negli antichi eserciti i rapporti omosessuali non erano rari e servivano anzi a tenere alto l’umore delle truppe. Nel IV secolo a.C. il comandante tebano Gorgida mise assieme il battaglione sacro di Tebe, un esercito di 300 valorosi guerrieri formati da 150 coppie di amanti omosessuali. L’idea era che nessuno avrebbe disertato e che la voglia di proteggere il partner avrebbe fatto combattere ancora più valorosamente, rafforzando lo spirito di squadra

Alla cultura Mesopotamica, culla della civiltà occidentale, dobbiamo i primi regolamenti della sessualità, grazie al Codice di Hammurabi e alla venerata Astarte, dea protettrice della sessualità, alla quale giovani donne offrivano la loro verginità a uno sconosciuto nel tempio sacro. In Babilonia, l’adulterio della donna veniva punito crudelmente, dal momento che la peccatrice veniva gettata in un fiume legata assieme all’amante; alla stessa veniva tagliato il naso e all’uomo il membro.

Della cultura egiziana vanno sottolineati i seguenti aspetti:

si praticava la poligamia, che in seguito venne proibita a Roma prima dell’avvento di Cristo; l’incesto era permesso e perfino l’erede al trono doveva sposarsi con una sorella per essere considerato un re legittimo, così da proteggere il patrimonio e riuscire ad ottenere maggiore potere politico; la circoncisione aveva un carattere rituale nella cerimonia di iniziazione dell’adolescenza, e si esercitava una prostituzione sacra, consociata alla religione.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

https://www.youtube.com/embed?listType=playlist&list=PLDPQRwnHVv5uqdIyztnnQcnvvAReV1xt_[/embedyt