Prescrizione. Di Maio: non ha vinto la Lega. Fraccaro e Bonafede: ha vinto la giustizia. In vigore dal 2020

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Agenpress – “Gli avvocati  hanno diritto di farsi sentire se hanno perplessità e il ministro Bonafede li incontrerà per confrontarsi sulla riforma”, ma “la riforma della prescrizione si farà, è nel contratto, e questo governo mantiene sempre la parola data”.

Lo dice il ministro dello sviluppo economico e vicepremier Luigi Di Maio, in una intervista alla Stampa. “Entrerà in vigore nel 2020 assieme a una riforma complessiva della giustizia per garantire tempi brevi e certi. Nell’arco di un anno metteremo a regime le nuove risorse che daranno respiro ai tribunali grazie ai 500 milioni di euro stanziati nella manovra”.

“Qualunque cosa faremo, diranno che ha vinto la Lega. Abbiamo fatto il reddito di cittadinanza e ha vinto la Lega, faremo l’anticorruzione e ha vinto la Lega. Non me ne curo, guardando i fatti non è così. Lo stop alla prescrizione c’è, ha vinto la giustizia”, commenta  a Repubblica, Riccardo Fraccaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento. “Nell’anticorruzione – ricorda Fraccaro – ci sono il Daspo ai corrotti, la trasparenza su fondazioni e partiti, l’agente sotto copertura. Tutte nostre battaglie che arrivano alla meta”. Sugli emendamenti leghisti che mirano a vanificarle, il ministro avverte: “Avverrà quel che è avvenuto sul decreto sicurezza, quando c’erano emendamenti dei nostri senatori. L’accordo di governo prevale e le modifiche che non lo rispettano saranno bocciate”. Fraccaro interviene anche sulle parole di Piercamillo Davigo che ha detto che la nuova prescrizione arriverà quando sarà morto. “Non capisco la sua delusione – afferma -: perché se gli effetti fossero immediati avremmo dovuto fare una riforma retroattiva, che sarebbe incostituzionale”.

“Sono felice. Il differimento della legge al 2020 l’ho proposto io, dopo aver ascoltato gli addetti ai lavori. Come avevamo promesso nel contratto la prescrizione entrerà nell’ordinamento insieme a un numero di assunzioni per la giustizia che non ha precedenti. Per spendere i 500 milioni stanziati nella manovra, un anno ci vuole”, dice al Corriere il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. “Il ministro Bongiorno – spiega Bonafede – è un’interlocutrice preziosa. L’accordo politico prevede che approfittiamo di questo anno anche per scrivere la riforma del processo penale. Il governo avrà la delega dal Parlamento con scadenza 2019 e io sono orgoglioso, perché la delega toccherà a me e scriverò la riforma ascoltando gli addetti ai lavori”.

L’articolo Prescrizione. Di Maio: non ha vinto la Lega. Fraccaro e Bonafede: ha vinto la giustizia. In vigore dal 2020 proviene da Agenpress.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine