Questa è l’Italia: la bella vita della regina dei rom Sena Halilovic a spese degli italiani

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Panama, tacchi, vestiti firmati, decine di conti correnti, feste mega galattiche, champagne, ville, 400 macchine di lusso e persino una Ferrari: sono questi i tratti distintivi della regina dei rom, Sena Halivovic, alias Raselma, 60 anni che per il comune di Torino era però nullatenente a tal punto da erogarli 70 mila euro di contributi in assegni famigliari.

Una storia insomma, tutta Italiana, che è pura follia.

La donna conosciuta con almeno 20 alias ha alle spalle numerose condanne, l’ultima a 9 anni di carcere che però non ha mai scontato. C’è mistero anche sulla sua reale età, che potrebbe andare dai 45 anni fino ai 60.

E’ lei comunque la donna più potente del clan matriarcale dei Korakhanè, rom musulmani, originari del Kosovo.

Pur possedendo un tesoro di ben 4 milioni di euro, questa donna è riuscita a spacciarsi per nullatenente, tanto da ottenere dal Comune di Torino 70 mila euro in assegni familiari per lei e per 22 persone della sua famiglia.

Soldi sottratti a chi ne aveva davvero bisogno, mentre lei faceva la bella vita.

Tra i suoi possedimenti si annoverano 400 macchine di lusso, che avrebbe portato come dono di nozze al suo ultimo marito, e poi un castello, un hotel, un terreno sulle colline astigiane, ville con piscine e vasche idromassaggio, una residenza bunker a Mostar, in Bosnia Erzegovia.

Un patrimonio immenso accumulato in pochi anni grazie a truffe, furti di rame e metalli ferrosi e al traffico di auto, rubate in Italia e rivendute nei Paesi dell’Est. Eppure per lo Stato italiano, la regina dei rom era indigente e meritava assistenza e aiuti in denaro.

Il Nucleo Investigativo dei Carabinieri, già nel 2014 aveva riscontrato la sproporzione dei beni posseduti rispetto ai redditi dichiarati.

La Halilovic, non aveva mai presentato denunce dei redditi a fronte di una cospicua ricchezza di fatto: alla data del 12.05.2006, infatti, i possedimenti della donna erano giù superiori ai 2 milioni di euro.

La donna più volte, condannata, oppure in attesa del processo di appello era stata confinata ai domiciliari dai quali però era suo uso fuggire sempre per poi scomparire.

Per ora quattrocentoventi mila euro sono stati confiscati alla donna, ma nessuno sa veramente a quanto ammonti il patrimonio che ha nascosto.

Il suo è un clan numeroso e tragicamente famoso.

Erano Halilovic i tre minorenni che a Roma nel 2015 a bordo di un’auto pirata travolsero 9 persone e uccisero una donna di 44 anni.

Era Halilovic il rom che stuprò 2 quattordicenni romane il 10 maggio 2017 in un boschetto del quartiere del Collatino.

Nell’aprile del 2017 carabinieri e polizia spagnola erano riusciti a catturare Sena a Girona per un colpo realizzato con la figlia.

Scarcerata è sparita nel nulla. Con i suoi segreti e il suo tesoro.

L’articolo Questa è l’Italia: la bella vita della regina dei rom Sena Halilovic a spese degli italiani proviene da La voce del Trentino.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine