Recensione Starlink: Battle for Atlas per Nintendo Switch

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Se alla soglia dei 40 anni ti trovi con una navicella spaziale giocattolo in mano, arredata di missili e pupazzetti sopra il joycon della tua Nintendo Switch, in un modo tra l'altro goffo quanto le due ali che hai montato, per sfizio, entrambe a destra, e se sei, dicevo, in questa situazione, spero che non ti vengano in mente quelle domande che è meglio non ascoltare una volta in là con l'eta. Perché se l'approccio iniziale con Starlink: Battle for Atlas ti porta al ragionamento introspettivo, con le ore capisci che è tutto a posto, che ti stai divertendo.

Quindi vai avanti e non prenderti troppo sul serio. Magari smonta la navicella dal controller e clicca sulla scritta «passa in digitale» per risollevare il tuo onore. L'importante è superare i primi quindici minuti: assecondare i suggerimenti, cercare di ragionare sull'armamento delle navi cogliendo le differenze tra quel missile e quell'onda d'urto, ma senza incupirsi per tutte le opzioni e le descrizioni perché ci saranno consigli su come usarle e contro quali nemici.

Sulle prime, quindi, Starlink: Battle for Atlas sembra un gioco complesso, non difficile, ma variegato; in realtà non pretende quell'immersione mista a concentrazione che è sola della spensieratezza adolescenziale. Il sistema ci aiuta, ci indica la direzione, ci scrive cosa resta da concludere per andare avanti. Ci guida, ma senza rovinare il divertimento; anche perché le sotto-missioni, l'interazione con gli alieni, la ricerca dei materiali da vendere alle miniere, e, insomma, l'ecosistema che è proprio di ogni pianeta, sono cose necessarie per mantenere il controllo sul pianeta o, meglio, per evitare che la Legione Dimenticata ne riprenda il possesso. Così come fa comodo per ricevere periodicamente risorse, regali, potenziamenti.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine