Roma. Raggi assolta dall’accusa di falso. “Sentenza spazza via due anni di fango”

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Agenpress –  La sindaca di Roma Virginia Raggi è stata assolta nell’ambito del processo sulla nomina di Renato Marra alla direzione del dipartimento Turismo del Campidoglio. La Procura, che aveva chiesto 10 mesi di reclusione, sostiene che nella nomina ha avuto un ruolo il fratello di Renato, Raffaele Marra, all’epoca vice capo di gabinetto e stretto collaboratore di Raggi.

“Il fatto c’è, ma non costituisce reato” in base all’articolo 530 comma 1 del codice di procedura penale, così ha detto il giudice Roberto Ranazzi durante la lettura della sentenza arrivata dopo meno di un’ora di camera di consiglio.

Alla lettura della sentenza, visibilmente commossa, ha abbracciato i tre legali, baciato il marito e stretto le mani al pm Dall’Olio e allo stesso giudice. E dichiara: “Questa sentenza spazza via due anni di fango, andiamo avanti a testa alta per la mia amata città e i miei amati cittadini”.

Due anni tra denunce, indagini e processo, coincisi con la prima metà del mandato della prima cittadina M5s in cui si affidò alla fedeltà dichiarata di un burocrate di lungo corso come Raffaele Marra per orientarsi nella stanza dei bottoni del Campidoglio. Quell’ex fedelissimo dal quale è partita tutta la vicenda e da cui poi ha preso le distanze.

L’articolo Roma. Raggi assolta dall’accusa di falso. “Sentenza spazza via due anni di fango” proviene da Agenpress.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine