Lazio-Sampdoria, Inzaghi: “In ritiro per stare insieme. Due dietro a Immobile? Si può”

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Simone Inzaghi

Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Lazio-Sampdoria, gara valevole per la quindicesima giornata del campionato di Serie A 2018/2019. Il tecnico biancoceleste, che nella scorsa giornata è stato fermato sul pareggio dal Chievo al Bentegodi, viene da una settimana di ritiro con i giocatori, in cui si è cercato di rasserenare l’ambiente dopo un periodo difficile.

“Questa settimana abbiamo fatto una bella analisi, abbiamo fatto sedute video e sul campo – commenta Inzaghi -. Abbiamo condiviso il ritiro per vedere ciò che non ci era piaciuto. L’approccio alla partita di domenica non mi era piaciuto. Abbiamo lavorato sulle certezze e le cose da migliorare. Ho trovato piena disponibilità da parte di un gruppo maturo. La piazza è esigente, dobbiamo migliorare. Siamo quinti a -1, siamo come l’anno scorso nonostante avessimo segnato 15 gol in più e offerto prestazioni migliori”.

IL RITIRO “Il ritiro non è stato per punire, ma per fare un’analisi, stare più insieme, ci siamo focalizzati sulle cose che non sono andate nelle ultime due partite. Siamo a -1 dalla Champions, abbiamo passato il turno in Europa. Siamo ambiziosi”.

MODULO “Due giocatori dietro a Immobile? Questo sicuramente. Lo abbiamo visto a Verona, abbiamo cambiato e messo uno in più. Sto utilizzando la soluzione a partita in corso, si potrà ripetere senza nessuna preclusione”.

L’AVVERSARIO“La Samp è organizzata, ha un bravissimo allenatore, verrà a Roma per fare la sua partita. Vogliamo fare un’ottima prestazione, vogliamo continuare ad avere una classifica buona. Verranno a crearci dei problemi”.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine