SENZA SOCIETÀ APERTA NON ESISTE RESPONSABILITÀ INDIVIDUALE

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

di ALAIN LAURENT Si commetterebbe un ulteriore errore ignorando la forte relazione che la responsabilità individuale intrattiene con la società, e in modo particolare con il tipo di società nella quale essa viene ad inserirsi. Gli individui vivono forzatamente in società e il singolo dipende interamente da un ordine sociale che si nutre delle azioni individuali congiunte. Questo procede nei due sensi, in un rapporto dialogico da cui è necessario trarre tutte le conseguenze illuminanti e stimolanti. Si sa che a seguito di non pochi conflitti contro i fautori della società chiusa, tribale e collettivista, l’ideale occidentale è da sempre teso verso l’instaurazione di ciò che Popper e poi Hayek hanno chiamato la “società aperta”: una società capace di regolarsi grazie a regole di diritto “imposte” da uno Stato minimo, decentralizzato e deregolamentato da cui l’alta complessità e l’ordine auto-organizzato suppongono l’intervento di attori autonomi cooperanti liberamente e contrattualmente. È chiaro che solo, giustamente, degli individui personalmente e attivamente responsabili possono assicurare il buon cammino di…

Questo contenuto è disponibile solo per gli utenti registrati. Visita il sito per maggiori informazioni.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine