Alcamo, al via il progetto “Etnicamente a a tavola… “La cucina ci avvicina”

Cerchi un finanziamento? un'agevolazione? utilizza il nostro motore di ricerca:

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
 

Vuoi fare una ricerca più approfondita nella rete? inserisci nel tuo motore di ricerca:  "#adessonews + agevolazione"

esempio: #adessonews finanziamento impresa

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Sabato pomeriggio, alle ore 17:30, presso il Centro Congressi Marconi di Alcamo sarà
presentato il progetto ETNICAMENTE A TAVOLA… “LA CUCINA CI AVVICINA”. Un progetto che prevede svariate tappe lungo il mese di luglio ed una ad Agosto, quando si svolgeranno svariati laboratori (gratuiti ed aperti al pubblico) di cucina, in particolare: Orientale, Africa Centrale, Nord/Africana, Romena, Italiana.

Mia Immagine

Alla presentazione, dopo i saluti istituzionali del Sindaco Domenico Surdi, dell’assessore alle Politiche Sociali, Stefano Alessandra, della Presidente della Prima Commissione Consiliare, Piera Calamia e della Presidente della Consulta Pari Opportunità ed Uguaglianza di Genere, Anna Alcamo, seguiranno gli interventi dei relatori volti a valorizzare il ruolo fondamentale del cibo quale strumento di dialogo interculturale.
A moderare i lavori sarà la v/Presidente della Consulta Pari Opportunità, Silvana Giacone. Alla fine dell’incontro alcuni giovani stranieri ospiti SPRAR racconteranno le proprie esperienze; di seguito la proiezione del film “Amore, Cucina e Curry”.

Dichiara l’Assessore Stefano Alessandra “un progetto promosso e voluto dalla Consulta Pari Opportunità e dal Comune, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Sebastiano Bagolino, l’Unitre, il Circolo di cultura cinematografica Segni Nuovi, l’associazione Solidalia, la Cooperativa Sociale Badia Grande e con tantissimi sponsor a voler sottolineare l’importanza del cibo, quale strumento che avvicina, permette di far dialogare le differenti culture, di considerare la diversità dei sapori come un fattore di unione e tolleranza, per una accoglienza integrata, per eliminare le barriere e portare avanti un vero progetto di inclusione sociale”.

 

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni