Marausa, all’Istituto Giuseppe Montalto si è concluso il Progetto “Instrumentum cordis”

Cerchi un finanziamento? un'agevolazione? utilizza il nostro motore di ricerca:

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
 

Vuoi fare una ricerca più approfondita nella rete? inserisci nel tuo motore di ricerca:  "#adessonews + agevolazione"

esempio: #adessonews finanziamento impresa

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

All’Istituto Giuseppe Montalto di Marausa, guidato dalla Dirigente Maria Letizia Natalia Gentile, si è concluso, con una manifestazione pubblica, il Progetto Instrumentum cordis, con musiche e canti eseguiti dal vivo, dagli alunni e dalle alunne, nel giardino della scuola.

Mia Immagine

Il Progetto è stato ideato nell’ambito del Piano triennale delle Arti, realizzato per potenziare le competenze pratiche e storico critiche relative alla musica, alle arti, al patrimonio culturale, al cinema, alle tecniche di produzione e di diffusione di immagini e suoni. Direttore artistico del Piano è stato il Maestro e Professore Nunzio Ortolano, compositore di fama internazionale.

Rivolto agli alunni e alle alunne membri del Coro d’Istituto “Giuseppe Montalto” e dei laboratori di strumento musicale, ovvero sassofono, pianoforte e chitarra, il progetto è stato articolato in tre moduli. Il primo dedicato alla riscoperta dei canti della tradizione siciliana, in special modo della cultura locale. Gli studenti, hanno scoperto e reinterpretato i canti dei salinari, rinati a nuova vita, grazie agli arrangiamenti originali effettuati dal Prof. Francesco Pavia, sotto la direzione artistica del Maestro Ortolano.

Il secondo modulo è stato dedicato alla conoscenza musicale e all’esecuzione di alcune colonne sonore di film, girati in Sicilia, tra queste Cocciu d’amuri, di Lello Analfino, colonna sonora del film “Andiamo a quel paese” di Ficarra e Picone. Il terzo modulo è stato invece dedicato alla raccolta fotografica della bellezza dei paesaggi storico-artistici e naturalistici siciliani, con un focus particolare al territorio trapanese ove insiste l’Istituzione scolastica. Queste le parole della Dirigente Maria Letizia Natalia Gentile:-Il progetto Instrumentum cordis, nasce dalla profonda convinzione che la Musica, con il suo linguaggio universale, è la voce dell’anima, lo strumento attraverso cui ogni alunno e ogni alunna, con un diverso codice comunicativo, possono addentrarsi in una più ricca e consapevole comprensione della realtà e in una più equilibrata maturazione della cognitività e affettività.

Il senso profondo del progetto scaturisce infatti dall’alto valore educativo di cui è portatrice l’espressione artistica musicale e l’affascinante mistero dell’atto creativo che l’accompagna.– Il progetto curato dalle docenti Nunzia Stefania Pipitone e Claudia Piro, ha visto coinvolti i docenti: Francesco Barbaria, per il sassofono, Alessio Greco per la chitarra, Renato Terzo per il pianoforte, Angela Candela e Silvana Alagna per il coro d’istituto.

Gli altri esperti coinvolti sono stati: il Prof. Rosario Rosa, quale orchestratore, il Prof. Francesco Pavia arrangiatore e l’esperta in fotografia Clara Daidone. La direzione artistica del Maestro Nunzio Ortolano ha fatto si che il progetto educativo divenisse, per docenti e studenti, un’esperienza formativa d’altissimo livello. 

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni