Formazione

L’importanza della formazione professionale continua

Ogni anno il mercato del lavoro diventa più competitivo, le aziende sono meno disposte a sostenere i costi della formazione professionale dei dipendenti, con un modello che sposta la responsabilità dell’aggiornamento nei confronti del lavoratore. Se da un lato questo fenomeno comporta dei disagi, allo stesso tempo offre enormi opportunità.

La formazione professionale continua è un processo ormai improrogabile, con il quale tutti noi dobbiamo fare i conti iniziando a investire nelle nostre competenze, creando oggi le basi per il posizionamento professionale di domani. Smettere di acquisire nuove capacità è infatti una scelta molto rischiosa, con il pericolo di finire rapidamente ai margini del mercato.

Come funziona la formazione professionale continua

La formazione professionale è un processo continuo e ininterrotto, il quale comincia con gli studi universitari, le scuole tecniche e le prime esperienze lavorative. Dopodiché si prosegue durante tutta la carriera professionale, secondo un modello che accompagna l’intera vita del lavoratore, per garantire l’avanzamento e proteggere il livello raggiunto fino a quel momento.

In particolare la formazione professionale continua prevede due elementi principali:

  • acquisizione di nuove competenze;
  • aggiornamento delle competenze possedute.

Entrambi gli aspetti sono fondamentali, sempre più richiesti dalle aziende private ma anche dalle istituzioni pubbliche. Il rinnovamento delle competenze permette di rimanere aggiornati sulle ultime novità, l’innovazione tecnologia e i progressi compiuti nel campo della base teorica. L’acquisizione di nuove capacità apre le porte alle opportunità del mercato, sia per la carriera all’interno dell’azienda sia per proporsi a nuovi impieghi più redditizi.

Formazione professionale: a chi affidarsi?

Al giorno d’oggi è possibile gestire la formazione professionale nel modo tradizionale, partecipando a corsi in aula, oppure in modo telematico con le piattaforme di e-learning e i corsi online a distanza. Tuttavia è importante scegliere l’azienda giusta alla quale affidarsi, affinché i contenuti e le attività proposte siano davvero in grado di aiutare ad ottenere i risultati sperati, per migliorare la posizione nel mercato del lavoro.

In questo settore una un punto di riferimento è la piattaforma https://www.fiorerosalba.com, un portale attivo dal 2006 specializzato nella formazione a distanza. L’azienda mette a disposizione un’ampia scelta di corsi di altissima qualità, con proposte per privati, professionisti e aziende di corsi professionali e lauree online riconosciuti e accreditati dalle principali istituzioni italiane.

La scelta dell’azienda alla quale affidarsi per la formazione professionale rappresenta infatti una decisione delicata, per questo motivo è importante rivolgersi soltanto a società serie e qualificate. Ad esempio FioreRosalba.com offre da oltre 14 anni corsi di laurea e master con docenti accreditati MIUR, corsi tecnici tenuti da esperti del settore e corsi ECM per il personale sanitario che deve maturare i crediti obbligatori.

Qual è l’obiettivo della formazione professionale continua

Il modello della formazione professionale continua può essere considerato un approccio strategico, un metodo attraverso il quale affinare le proprie capacità in base alle richieste del mercato, alle esigenze personali e agli obiettivi professionali. L’aggiornamento e l’ampliamento delle competenze, infatti, offre diversi vantaggi sia ai lavoratori che alle aziende.

Innanzitutto è possibile rafforzare la posizione lavorativa all’interno dell’impresa, oppure nel settore di riferimento per un libero professionista. Ciò consente di proteggere il livello raggiunto, evitando che le nuove tecnologie, i cambiamenti socioeconomici o normatici, oppure l’accesso di nuovi lavoratori possano compromettere i risultati raggiunti con tanto sforzo, tempo e impegno.

Allo stesso modo si possono acquisire nuove capacità, un modo intelligente per aprirsi a sbocchi lavorativi più interessanti, profittevoli o professionalmente stimolanti. Ciò consente di puntare a incarichi più importanti all’interno della propria impresa, oppure cercare opportunità migliori al di fuori dell’azienda, proponendosi in modo efficace sul mercato.

Un altro aspetto legato alla formazione professionale continua è l’adeguamento alle normative di legge, infatti in alcuni settori è obbligatorio aggiornare le proprie competenze. Si tratta ad esempio dell’ambito medico-sanitario, dove medici, infermieri e odontoiatri sono tenuti a maturare 150 crediti ECM (Educazione Continua in Medicina) per ogni triennio di riferimento (l’ultimo è il 2020/2022).

Formazione professionale continua: costo o investimento?

Una situazione piuttosto preoccupante è emersa da un recente studio effettuato dall’Istat, in cui si nota una certa disparità tra le imprese sulla valorizzazione della formazione professionale. In particolare le grandi aziende sono quelle che investono di più in questo strumento, aiutando i propri dipendenti nel rimanere aggiornati e nell’aumentare le proprie capacità.

Queste società sanno bene come un investimento formativo possa offrire un ritorno economico considerevole, con un impatto diretto sul business aziendale. Al contrario le piccole imprese sono ancora restie in questo tipo di attività, lasciando spesso l’onere della formazione professionale continua al dipendente. La convinzione è quella che il personale sia già qualificato, senza la necessità di un ulteriore sviluppo delle competenze acquisite.

Ovviamente si tratta di un errore strategico enorme, che rischia di far perdere competitività a queste imprese. È bastato vedere cosa è successo durante l’emergenza sanitaria di Covid-19, quando le aziende che potevano contare su un gruppo più aggiornato e competente sono riuscite ad affrontare la crisi in modo migliore uscendone rafforzate, mentre altre aziende sono arrivate persino alla chiusura.

La formazione aziendale non è un costo, dunque, ma un investimento strategico fondamentale per salvaguardare il futuro dell’impresa. Naturalmente ognuno può gestire in modo indipendente lo sviluppo e l’adeguamento delle competenze, tuttavia il sostegno del datore di lavoro è spesso indispensabile, soprattutto in una logica di attaccamento all’azienda.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *