Economia

Reddito per carta di soggiorno: cos’è, a chi si rivolge, requisiti

Per tutti i cittadini che non siano italiani di nascita ma che siano in Italia regolarmente da diverso tempo esiste quello che viene chiamato Permesso di soggiorno. Il permesso di soggiorno CE 2020 è il documento che sostituisce la carta di soggiorno rimasta in vigore fino all’8 gennaio 2007. Questo documento è di fondamentale importanza per i cittadini stranieri che risiedano nel nostro paese, affinchè abbiano gli stessi diritti e doveri dei cittadini italiani. Per richiederla tuttavia, occorrono dei precisi requisiti.

Cos’è la carta di soggiorno

Il permesso di soggiorno ha preso il posto della carta di soggiorno, ma sostanzialmente sono la stessa cosa. Questo è un documento importantissimo per coloro che risiedono in Italia e vogliano rimanere nel nostro paese in modo definitivo. Questo permesso può essere richiesto solamente da coloro che abitino regolarmente in Italia da almeno 5 anni.

Inizialmente si dispone di un permesso di soggiorno temporaneo, ma dopo 5 anni di permanenza nel nostro paese è possibile richiedere il permesso definitivo. Questo permesso ha scadenza illimitata e dunque da il diritto a chi lo richiede di rimanere sul suolo italiano diventando, di fatto, cittadino per quasi la totalità di diritti e doveri.

La permanenza da 5 anni, tuttavia non basta per poter avere questo permesso. E’ infatti necessario superare un test che affermi la conoscenza della lingua italiana e avere un reddito minimo o pari all’importo annuo dell’assegno sociale. Questo è molto importante, ed è fondamentale che il richiedente si trovi sul suolo italiano da 5 anni in modo regolare.

Se il richiedente si trova da 5 anni, ma non ci sono dati tracciabili a causa di un eventuale lavoro nero o periodo di clandestinità, questo permesso non è possibile richiederlo. Il suo reddito minimo deve inoltre essere pari all’importo annuo dell’assegno sociale.

Come presentarla

Per richiederla è necessario preparare una serie di documenti che certifichino lo stato attuale del richiedente. In abbinamento a questo è necessario compilare un kit apposito che può essere reperito gratuitamente in tutti gli uffici postali. Bisogna poi presentarsi in un ufficio postale che abbia uno Sportello Amico, per poter effettuare tutti i passaggi corretti per la richiesta.

Molto importante è anche il test di lingua italiana che possa accertare che lo straniero sappia interagire al meglio nel nostro paese. L’attestazione della capacità di lingua italiana può essere fatta attraverso il test di livello ministeriale. Tuttavia, coloro che fossero in possesso di una certificazione di livello A2, non devono eseguire il test.

Sono esonerati anche coloro che avessero un diploma conseguito all’interno del sistema scolastico italiano o che siano regolarmente iscritti all’università. Queste eventualità attestano già la conoscenza della lingua e non occorre accertare ulteriormente la padronanza e il livello della lingua italiana.

E’ anche possibile richiedere il permesso di soggiorno CE per i propri familiari, ma ad alcune condizioni specifiche di reddito. Il reddito del richiedente deve essere: pari o superiore all’importo annuo dell’assegno sociale, in aggiunta ad un 50% in più per ogni componente della famiglia. Se invece il richiedente ha due o più figli con età inferiore ai 14 anni, l’importo del reddito deve essere pari o superiore al doppio dell’importo annuo dell’assegno sociale.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *