Viaggi

Spiagge dello sbarco in Normandia: come si chiamano? Come arrivarci?

Lo sbarco in Normandia viene anche chiamato semplicemente D Day. A livello storico rappresenta l’invasione alleata della Normandia, di Francia e Europa, avvenuta il 6 giugno 1944. La data storica viene ricordata ad oggi come uno dei momenti più incisivi per le ideologie naziste che opprimevano l’Europa durante la Seconda Guerra Mondiale. Lo sbarco delle spiagge in Normandia rappresenta allo stesso tempo una meta turistica, ma anche un percorso storico tra i più importanti al mondo.

Spiagge legate al D Day

In passato lo sbarco sulle spiagge della Normandia fu denominato in codice ‘Operazione Overlord’, a rappresentanza dell’invasione marittima. Alle prime ore dell’alba le spiagge settentrionali furono invase da migliaia di navi e battelli, dando vita ad una battaglia durata ben settantasei giorni consecutivi. In Normandia intervennero anche le forze canadesi, americane e britanniche, dando vita all’Operazione Overlord per confondere i tedeschi.

Spiaggia di Omaha

Una delle spiagge più famose dello sbarco in Normandia è quella di Omaha. La maggior parte delle spiagge si trova compresa nelle aree di Pegasus Bridge a est, di Sainte-Mère-Église a ovest. Il tratto della Manica è ritornato ad oggi una delle zone balneari a sabbia sabbiosa altamente frequentata dai turisti.

All’interno del territorio, oltre al mare e alle spiagge, si trovano anche presenti resti storici parte della dominazione nazista, come i bunker inglobati in parte dalla fitta vegetazione. All’interno delle spiagge dello sbarco in Normandia è quindi possibile unire la tintarella alla visita dei monumenti e memoriali presenti. Il punto migliore di partenza per visitare le spiagge dello sbarco in Normandia è rappresentato dal Caen Memorial Center, un museo visitabile in circa 20 minuti.

Omaha Beach è il nome in codice dato alle cinque spiagge parte dello sbarco in Normandia. Il tratto di spiaggia si estende per 8 km, proprio dove è avvenuto lo sbarco della 29ª Divisione di Fanteria americana. Sulla spiaggia è possibile ammirare la scultura “Les Braves”, tradotta in ‘i coraggiosi’, la quale riporta le ali della libertà, della fraternità e della speranza. Importante sito turistico è rappresentato anche dal cimitero di Colleville-sur-Mer.

Le altre spiagge e come arrivare

Le spiagge principali dello sbarco in Normandia comprendono: Utah, Gold, Juno, Sword e la già citata Omaha. All’interno della cittadina di Arromanches si può visitare il famoso porto artificiale, decidendosi di recarsi anche sul promotorio di Pointe du Hoc, scelto dai tedeschi durante gli scontri. Per arrivare sulle spiagge della Normandia si può optare per un volo fino a Parigi, scegliendo da qui di muoversi in auto, oppure in treno o pullman. 

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *