Tocofenolo: di che cosa si tratta, dove si trova e perché è importante per l’organismo

Tocofenolo: di che cosa si tratta, dove si trova e perché è importante per l’organismo

Il tocofenolo viene anche chiamato scientificamente tocoferolo o vitamina E e si dimostra particolarmente importante per la salute dell’organismo. Questo nutriente vitaminico essenziale si dimostra vitale dal punto di vista della salute umana, parte integrante della vitamina E. Ma quali benefici reali apporta il tocofenolo all’organismo e come deve essere assunto?

Caratteristiche e proprietà benefiche

Il tocofenolo è noto per essere uno dei nutrienti vitaminici maggiormente ricco di antiossidanti, chiamato anche vitamina E. La sua azione contrasta i radicali liberi, ovvero i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare e dell’insorgere di tipiche patologie dovute all’avanzare dell’età anagrafica.

A temperatura ambiente il tocofenolo si presenta come una sostanza oleosa viscosa di colore tendente al giallo chiaro, insolubile in acqua. Il nutriente vitaminico è poco sensibile alla luce e agli acidi, ma si dimostra particolarmente sensibile all’ossidazione. L’assorbimento del tocofenolo avviene a livello dell’intestino tenue, in stretta correlazione con gli acidi biliari e la lipasi pancreatica, nonostante il suo effettivo meccanismo di assorbimento risulti in realtà poco conosciuto a livello medico/scientifico.

Tra le altre proprietà benefiche il tocofenolo agisce contro le infiammazioni e rafforza il sistema immunitario, combatte lo stress e la stanchezza psicofisica, rafforzando anche il sistema muscolare. Il tocofenolo apporta diversi effetti benefici anche sul sistema cardiovascolare, regolando i livelli di colesterolo ‘cattivo’ LDL. 

Il nutriente vitaminico previene la comparsa delle patologie tumorali, contrasta i danni provocati dal fumo di sigaretta e dallo smog, le patologie cancerogene ad esse annesse, favorisce l’assorbimento delle proteine da parte dell’organismo. Il tocofenolo pulisce le arterie e le vene, mantenendo maggiormente fluido il circolo sanguigno. 

Alimenti ricchi di tocofenolo

In quali alimenti è possibile trovare il tocofenolo? Il nutriente si trova soprattutto all’interno dei vegetali tra cui semi oleosi, olio extravergine di oliva, olio di canapa, frutta, verdure a foglia verde, mandorle, noci, cereali, grano, mais, arachidi. Il miglior modo per essere certi di assorbire tutte le proprietà benefiche del tocofenolo è quello di assumere alimenti freschi, evitando i processi termici di cottura.

Effetti collaterali e controindicazioni

L’assunzione di tocofenolo giornaliera consigliata corrisponde a 10 grammi. Dosaggi inferiori di tocofenolo possono provocare difetti e ritardi nella crescita in età pediatrica, deficit del metabolismo e del sistema nervoso.

Alti dosaggi di tocofenolo si dimostrano piuttosto rari all’interno della popolazione e possono provocare disturbi nei soggetti affetti da ipertensione e disfunzioni della tiroide, ma anche nausea, vomito, disturbi digestivi. L’eliminazione del tocofenolo avviene per via fecale, ai processi legati alla bile, eliminato nell’1% dalle urine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*