Segni cardinali: quali sono, come riconoscerli, significato

Segni cardinali: quali sono, come riconoscerli, significato

Quando si parla di segni cardinali si rischia di fare confusione con quelli che sono i punti cardinali. I punti cardinali sono quattro e si riferiscono alle principali direzioni di orientamento e corrispondono a Nord, Sud, Ovest ed Est. I segni cardinali sono invece nient’altro che i segni zodiacali in cui si trova sole all’inizio di una nuova stagione.

Differenza tra segni zodiacali e cardinali

I segni zodiacali si riferiscono alle costellazioni e quindi ai segni dello Zodiaco che sono 12. A partire dal mese di aprile, il cambiamento di un segno zodiacale, più o meno coincide con il ventesimo giorno di ogni mese. Nel calendario zodiacale si hanno 12 segni e si inizia con Ariete, poi Toro, Gemelli, Leone, Vergine, Bilancia, Scorpione, Sagittario, capricorno, Acquario per finire con Pesci che chiude il mese di marzo. In un grafico zodiacale completo non saranno rappresentati solamente i 12 segni, ma anche le loro interazioni e quindi il loro rapporto con i segni cardinali.

Quali sono i segni cardinali e cosa significano

I segni cardinali sono principalmente quattro e si riferiscono all’ingresso del sole in queste particolari segni che coincide, di fatto, con il solstizio e l’equinozio. In particolar modo i segni in questione sono Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno.

Nel segno dell’Ariete si ha l’equinozio, che dà inizio alla primavera ed è un segno di fuoco. Poi Seguirà il Cancro che invece è un segno d’acqua e con il suo solstizio, a giugno, dà inizio all’estate. Poi arriva l’equinozio d’autunno nel segno della Bilancia, che è un segno d’aria. Chiuderà l’anno il Capricorno che è un segno di terra e che darà inizio all’inverno con il solstizio.

Questi segni cardinali vengono a loro volta suddivisi in posizioni differenti in base a equinozio e solstizio. Il Capricorno e il Cancro vengono definiti come “segni solstiziali” perché il cambio di stagione è segnato da un solstizio, quello di inverno per il capricorno e quello d’estate per il cancro. Al contrario Ariete e Bilancia, vengono invece chiamati “segni equinoziali” proprio perché con loro si ha l’equinozio che dà inizio a primavera e d’autunno.

I segni cardinali, in particolar modo, hanno la funzione di indicare il comportamento di chi nasce sotto questo segno. I segni cardinali indicano la ricerca di stabilità, l’iniziativa e anche il comportamento del “nativo”, cioè di colui che nasce sotto un determinato segno. I segni cardinali definiscono anche il rapporto che sia con le varie case e li definiscono.

L’Ariete si riferisce alla prima casa angolare, il Cancro alla quarta, la Bilancia alla settima e il Capricorno alla decima. Una visione più semplice dell’interazione tra i diversi segni si può avere osservando un grafico zodiacale. La linea retta che unisce il segno della Bilancia e il segno dell’Ariete, che sono tra loro opposti, e a loro volta il Capricorno e il Cancro, formeranno quella che prende il nome di Croce Cardinale. La Croce Cardinale è quella che definisce le interazioni cosmologiche tra i vari segni e che influenza di fatto anche tutti gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*