Uncategorized

Ferrari F80: caratteristiche, scheda tecnica e prezzo

Il gioiello di casa ferrari ideato da Adriano Raeli è un mix di innovazione e un design che ha voglia di rompere ogni schema. Giochi di curve e spigoli non rendono la Ferrari F80 un veicolo in grado di passare in osservato. Il rosso fiammante è un marchio di garanzia del brand che da sempre è conosciuto per il colore brillante ed estroso. La sua forma è liberamente ispirata a quella degli aerei da caccia e si tratta di una monoposto da formula 1 ma testata su strada e adatta a girarci.

Scheda tecnica

Il veicolo è leggerissimo, non supera gli 800 kg; una particolarità del tutto singolare in veicoli che presentano le sue caratteristiche: un motore da 900 cavalli e una velocità massima pari a 5000 km orari rendono l’auto un vero e proprio mostro da battaglia, ma d’altra parte, parliamo pur sempre di Ferrari.

Altro riferimento alla straordinarietà del progetto sta nello sprint da 0 a 100: poco più di un secondo per raggiungere tale valore. L’ambizioso progetto non ha ancora visto la luce ma c’è dell’ottimismo nell’aria, oltre a tanta voglia di stupire ancora il pubblico e gli estimatori della casa produttrice di auto più famosa del globo.

Nick Mason e la sua passione per la Ferrari

Per i pochi che non conoscono Nick Mason, sappiate che si parla del celebre batterista dei Pink Floyd, famoso non solo per la sua musica senza tempo ma anche per la sua smisurata passione per le Ferrari. Negli anni ne ha collezionate un bel po’ e si è dimostrato piuttosto interessato al progetto di Raeli, dichiarandosi un futuro compratore qualora il progetto dovesse andare a segno e l’auto venisse messa in commercio.

Lo stile Ferrari e la sua incoerenza

Qualcuno definisce l’auto non troppo in linea col brand della Ferrari, dichiarandola più vicina alla sua nemica naturale Lamborghini. La verità è che l’esagerazione, l’uscire fuori dagli schemi, la carrozzeria targata “innovazione” sono tutti elementi volutamente inseriti in questo disegno per lasciare a bocca aperta il vasto mondo di compratori e amatori già abituati alle stravaganze Ferrari.

Non sarebbe stato possibile tutto ciò, proponendo l’ennesimo prodotto trito e ritrito, bisogna saper navigare in acque ben più profonde e ostili per ottenere gli effetti desiderati: un veicolo che non metta d’accordo tutti ma che lasci a bocca aperta e col fiato sospeso. A quanto pare, ancora una volta, il marchio automobilistico è riuscito a fare goal. Incoerenza? E perché no!

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *