Volare per la prima volta: ecco alcuni consigli utili

Volare per la prima volta: ecco alcuni consigli utili

Oggigiorno siamo così abituati a prendere l’aereo, che spesso ci dimentichiamo che esiste sempre una prima volta, un’occasione speciale durante la quale è del tutto normale essere un po’ nervosi. Per la maggior parte delle persone volare è diventata ormai una situazione piuttosto comune, che non crea particolari emozioni ad eccezione di turbolenze e altri spiacevoli contrattempi. Eppure la prima volta ci si può sentire spaesati, perciò è importante affrontare questa esperienza nel modo giusto. Ecco alcuni consigli utili per gestire al meglio l’ansia e le preoccupazioni.

Pianificare la partenza in maniera accurata

Quando bisogna volare per la prima volta è fondamentale prepararsi in maniera adeguata. Innanzitutto bisogna controllare di avere tutti i documenti in regola, in base al paese di destinazione, per evitare qualsiasi inconveniente durante il check in, i controlli di sicurezza e l’imbarco. Per recarsi in uno stato europeo basta avere con sé la carta d’identità, mentre per andare al di fuori della UE è necessario il passaporto, tuttavia è consigliabile viaggiare sempre con quest’ultimo, in quanto permette di rendere diverse procedure molto più semplici.

Sembra una banalità ma sono tantissime le persone che si recano in aeroporto con i documenti non in regola, ad esempio perché troppo vicini alla scadenza oppure totalmente fuori dai limiti di validità. Per richiedere il passaporto ci possono volere diverse settimane di attesa, perciò è importante muoversi in anticipo rispetto alla data del viaggio. Soprattutto in caso di bambini, inoltre, è indispensabile accertarsi dei documenti necessari per il minore, evitando qualsiasi tipo di contrattempo una volta giunti in aeroporto.

Conoscere i servizi e le procedure aeroportuali

Se non hai mai preso l’aereo significa che è anche la prima volta che ti rechi in aeroporto, perciò è opportuno conoscere i principali servizi e le regole aeroportuali. Si tratta di strutture caotiche, dove tutto si svolge velocemente, all’interno delle quali non sempre è facile orientarsi soprattutto se non si è abituati. In particolare bisogna dare un’occhiata alle normative in merito ai controlli di sicurezza, preparando i bagagli in maniera adeguata per non rallentare le operazioni di controllo o dover abbondonare oggetti non consentiti.

Inoltre è utile sapere come muoversi, informandosi sulla localizzazione dei banchi del check in, l’accesso più vicino al proprio imbarco, a seconda se si tratta di un volo nazionale o internazionale, la posizione dei controlli di sicurezza e dei servizi aeroportuali. Ad esempio aiuta conoscere dove si trova il banco informazioni, lo sportello del Tax Free per i voli intercontinentali, la sala lounge di attesa e i punti ristoro migliori. Per scoprirlo puoi consultare i portali ufficiali delle aerostazioni, oppure siti web specializzati come Tuttoaeroporto, che offrono guide accurate sugli scali di tutto il mondo.

Fare il check in online e informarsi sullo stato del volo

Anche se è la prima volta che voli non arrivare impreparato in aeroporto, infatti un’operazione che può risparmiarti file e grattacapi è il check in online. Ovviamente tutte le compagnie aeree consentono di eseguirlo anche in loco, allo stesso tempo si tratta di un’opzione molto utile per velocizzare l’ingresso e dirigersi subito verso i gate e l’area interna. Soprattutto se non devi imbarcare dei bagagli fai il check in online, in questo modo potrai passare i controlli di sicurezza senza fare la fila ai banchi.

Allo stesso tempo, anche se devi imbarcare la valigia, la registrazione digitale del volo è piuttosto utile, infatti ti consente di arrivare dall’attendente della compagnia e risparmiare tempo. In questo caso devi soltanto fornire il tuo documento, pesare il bagaglio e sei libero di incamminarti verso l’accesso all’area ristretta. Inoltre controlla sempre lo stato del volo prima di uscire di casa, per verificare eventuali cancellazioni o imprevisti a causa del maltempo, specialmente se è un volo a corto raggio e hai prenotato con una compagnia aerea low cost.

Cosa fare durante il volo per gestire il nervosismo

Finalmente sei seduto all’interno dell’aereo, dopo aver effettuato il check in, superato i controlli di sicurezza, percorso il lungo tratto fino al gate e affrontato l’imbarco. A questo punto devi cercare di rilassarti, pensando che ti trovi sul mezzo più sicuro del mondo, molto meno pericoloso rispetto ad altri veicoli come l’auto o il treno, in base alle statistiche di settore. Sicuramente volare dà sempre una certa ansia, ma è importante imparare a gestirla al meglio, evitando di passare l’intero volo preoccupati.

Se il viaggio è lungo puoi metterti comodo e vedere un film, chiedere una bevanda al personale di bordo dopo il decollo, leggere un libro o accendere i dispositivi elettronici in modalità aereo. Se il volo è notturno cerca invece di dormire un po’, in questo modo puoi risparmiarti alcune ore di ansia. Per quanto riguarda i posti è preferibile optare per quelli centrali, evitando di mettersi vicino al finestrino, così facendo ci si sentirà meno vulnerabili e non si passerà gran parte del tempo a guardare se i motori funzionano correttamente.

Purtroppo, spesso, è necessario prendere l’aereo alcune volte prima di abituarsi a volare, perciò è del tutto normale sentirsi nervosi le prime volte. Dopo un po’ ci si sente meglio, imparando a riconoscere i rumori tipici che l’aereo emette durante le varie fasi, dalla preparazione per il decollo all’atterraggio, si sopportano le turbolenze mantenendo la calma e il tempo a bordo passa sempre più rapidamente. Durante il volo puoi comunque usare un trucco, infatti se pensi che ci sia qualcosa che non va dai un’occhiata al personale di bordo: se hostess e steward sono rilassati allora non c’è nulla di anomalo, quindi puoi tornare a rilassarti e continuare a vedere il tuo film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*