Salute

Assorbenti post parto: cosa sono, guida alla scelta dei prezzi

Gli assorbenti post parto sono particolari dispositivi igienici che contengono la perdita di sangue nelle settimane successive al parto. Questa finestra di tempo dura dalle 6 alle 8 settimane e si chiama puerperio. Si tratta, in sintesi, del periodo che serve all’organismo femminile per ripristinare le normali condizioni anatomiche e fisiologiche presenti prima della gestazione.

Questo è un momento molto delicato per la donna, che ancora una volta si ritrova ad affrontare cambiamenti fisici e copiose perdite. Scegliere i migliori assorbenti può rivelarsi un valido sostegno che aiuterà a sentirsi di nuovo protette e sicure.

Come devono essere dei buoni assorbenti post parto?

Rispetto alle mestruazioni, le perdite post parto necessitano di un’assorbenza maggiore e devono essere affrontate con dei prodotti estremamente delicati. Il post parto rende le zone intime molto più delicate, spesso soggette a irritazioni e infezioni (specialmente in caso di punti chirurgici) e i dispositivi utilizzati devono adattarsi a questa nuova condizione.

Il loro ph dovrà essere fisiologico, la loro composizione anallergica e non irritativa. Opinioni altrui, consigli medici personalizzati e ricerca sui materiali utilizzati saranno le principali informazioni da ottenere prima di scegliere la tipologia più adatta alle vostre esigenze.

Il cotone, ad esempio, è un materiale molto utilizzato per la realizzazione di assorbenti. Non ha lo stesso rendimento del lactifless o altri composti, ma è estremamente rispettoso della cute, molto traspirante e minimizza il rischio di allergia. Se passate del tempo in casa, e avete quindi l’opportunità di cambiarvi spesso, ricorrere a prodotti in cotone vi renderà tranquille e scongiurerà molte delle problematiche legate alla cattiva traspirazione.

Proprio come i normali assorbenti, c’è la possibilità di sceglierne la tipologia in base alle fasi della giornata e alla quantità di perdite riscontrate. Le classiche gocce riportate sulla confezione indicheranno la capacità d’assorbenza del prodotto.

Come risparmiare?

A questo punto è fondamentale porre l’accento sul concetto precedentemente esplicato: si tratta di un periodo di fragilità cutanea e immunitaria, quindi risparmiare è possibile ma non a discapito della qualità. Scegliere il meglio per se stessi non è un lusso, ma un dovere! Tuttavia, piccoli accorgimenti possono essere utili nella ricerca dei prezzi migliori.

Comprare “all’ingrosso”: alcune offerte prevedono l’acquisto di una scorta di un determinato prodotto e così facendo, avrete l’opportunità di ricevere un’agevolazione. Il consiglio è quello di acquistare assorbenti post parto per tutto (o quasi) il periodo in cui ne avrete bisogno.

Muoversi per tempo: naturalmente, le ultime settimane di gravidanza saranno scandite dall’agitazione e dagli acquisti last-minut dedicati al nuovo arrivato, ma non è importante non trascurare il vostro comfort e affrettarsi. Questo vi darà la possibilità di ricercare le migliori offerte con tutta calma, senza essere presi alla sprovvista.

Internet e volantini: se i siti e-commerce possono essere d’aiuto nel valutare i prezzi dei prodotti, anche semplici volantini del supermercato vicino casa, del centro commerciale o del negozio di detersivi all’angolo possono rivelarsi buona opportunità. Avere una visione a 360 gradi delle opportunità d’acquisto farà la differenza.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *