Calle: come si coltivano? Consigli e tecniche utili

Calle: come si coltivano? Consigli e tecniche utili

I fiori sono una delle più straordinarie espressioni della natura e sono riusciti, negli anni, a essere protagonisti indiscussi di miti, leggende e credenze creati dall’uomo che li ha sempre messi al centro di molte delle loro tradizioni, facendoli diventare anche una vera e propria forma di comunicazione. Uno dei fiori più apprezzati è la calla: elegante, raffinata e davvero bella.

La calla e il suo significato

Il significato che viene attribuito alla calla è duplice: il suo colore bianco e candido, la sua semplicità, le hanno reso la possibilità di rappresentare la purezza in ogni suo diverso aspetto, dal corpo all’animo. Inoltre, è un fiore particolarmente in voga ai funerali e ai matrimoni, in simbolo della nuova vita che stanno andando ad affrontare.

Coltivazione della calla e periodi dell’anno ideali

La coltivazione della calla può avvenire in giardino ma anche in vaso, il ché rende il fiore adatto ad adornare elegantemente gli esterni, completando un assetto di specie già presenti oppure può essere un fiore d’appartamento. La condizione necessaria, però, è che ci sia la giusta luce, quindi è consigliabile porre la pianta nelle immediate vicinanze di una finestra o di una qualche forma di apertura.

Per quanto la luce solare sia considerevolmente importante, non bisogna lasciare che questa secchi l’ambiente della calla, ma bensì, la nutra senza che ci sia un’esposizione eccessiva. Il primo passo, per la coltivazione in vaso, è quello di acquistare un vasetto di creta o ceramica e del terriccio concimato di qualità, dove dovrà essere piantato il bulbo della pianta.

Si tratta di una specie delicata che predilige le temperature miti e soffre tantissimo i grossi sbalzi di temperatura, che inesorabilmente, danneggiano il fiore. Estremo caldo o estremo freddo possono comprometterne la buona crescita. Il cambio del vaso avviene ogni due anni e la pianta dev’essere innaffiata in maniera regolare e abbondante, senza però esagerare.

Per ciò che riguarda la coltivazione in giardino, bisogna ricordare che alcune specie di calla sono originarie di zone particolarmente umide e che la loro crescita ottimale avviene in condizioni di copiosa presenza d’acqua. Informarsi sulla particolare specie di calla che fa per voi, prima ancora di acquistare i bulbi da piantare è fondamentale per conoscerne bene le cure da effettuare.

I bulbi vanno piantati a circa 20 cm dal terreno che dovrà essere ben nutrito prima di ospitare la nuova arrivata. In inverno, per alcune specie, è bene dissotterrare la pianta e ripararla dal freddo. I periodi in cui è possibile aspettarsi la tanto attesa fioritura della calla avviene in primavera e si protrae rigogliosa per tutta l’estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*