Salute

Dolore interno coscia in allenamento: possibili cause e rimedi

L’allenamento, affinché sia efficace, deve necessariamente mettere alla prova la muscolatura. Ciò che però è importantissimo è capire la differenza tra allenare la muscolatura e sforzarla. L’allenamento mette alla prova il nostro corpo, ma in modo corretto. I muscoli durante l’allenamento vengono sollecitati il giusto e con le posizioni corrette, per far si che essi acquistino tonicità, volume e flessibilità.

Molto diversa è invece una sollecitazione scorretta e magari improvvisa di un muscolo che può portare ad uno strappo e ad un dolore intenso e talvolta anche all’immobilità. Solitamente chi si allena sa che deve effettuare un riscaldamento dei muscoli per evitare gli strappi, ma talvolta un allenamento particolarmente intenso può provocare comunque un dolore ai muscoli sollecitati nei giorni successivi.

Un muscolo particolarmente complicato da riscaldare a dovere e che può provocare dolore dopo un allenamento, è l’adduttore dell’interno coscia.

Dolore all’interno coscia

I muscoli dell’interno coscia prendono il nome di adduttori. Questi muscoli, anche durante il riscaldamento, talvolta non riescono ad essere sollecitati a dovere, o comunque possono essere più soggetti ad uno strappo rispetto ad altri.

Il dolore nell’interno coscia può essere acuto, oppure sordo. Esso varia anche molto in base all’entità del danno provocato al muscolo. Nei casi più gravi in cui ci sia una lesione importante, il dolore è molto forte e persiste nel tempo e talvolta è accompagnato anche da gonfiore o lividi. Nel caso in cui, invece, il dolore sia acuto e pungente, è probabile che il muscolo sia stato sollecitato in modo eccessivo e che ci sia un piccolo strappo.

In ogni caso questa tipologia di dolore può provocare anche una limitazione importante nei movimenti e una rigidità muscolare protratta, figlia dell’infiammazione avvenuta. Per questo è necessario intervenire in modo tempestivo per evitare che la situazione peggiori e per evitare ulteriori sofferenze.

I rimedi per i dolori agli adduttori

Il riposo è certamente il metodo migliore per poter permettere al muscolo di riprendersi completamente dallo sforzo. Evitare di sforzare ulteriormente un muscolo già compromesso è la cosa migliore per poter permettergli di ritornare alla normalità.

Anche gli impacchi caldi oppure un trattamento con il ghiaccio possono aiutare il muscolo ad una più rapida ripresa. Spesso si utilizzano questi impacchi in associazione con bendaggi compressivi in grado di aiutare il muscolo a non effettuare ulteriori movimenti che potrebbero sollecitarlo in modo negativo.

Nei casi in cui il dolore sia molto intenso e davvero vada a compromettere la mobilità in modo determinante, è opportuno rivolgersi ad un fisioterapista che possa ripristinare la funzionalità muscolare in maniera più veloce ed efficace.

Nel caso in cui il dolore nell’interno coscia sia intenso, ma non compromette la mobilità, non è eccessivo e non cresce nei giorni, è possibile intervenire con i classici antidolorifici da banco. In casi come questi è infatti probabile che sia solamente avvenuta una sollecitazione errata o un allenamento troppo intenso e che quindi questo abbia provocato uno stress eccessivo al muscolo. Nulla che non possa essere curato con qualche antidolorifico e con un buon riposo.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *