Tecnologia

Sempre più persone acquistano giochi online: è boom per Nintendo e Play Station

L’industria del gioco è uno dei più grandi settori economici del mondo, attira un pubblico diversificato e genera miliardi di euro di entrate. Secondo uno studio condotto nelle ultime settimane risulta evidente che i ricavi dell’industria del gioco a livello mondiale siano aumentati del 17% circa nell’ultimo anno. Si tratta di un dato importante, calcolando che la cifra di entrate raggiunta soltanto per questo settore sfiora gli 82 milioni di dollari l’anno.
Guardando soltanto all’Italia, risulta evidente come, soltanto negli ultimi mesi, le vendite online dei giochi online si siano moltiplicate. Quello dei videogiochi è uno dei pochi settori che, al contrario di altri tipi di mercato, ha avuto un vero e proprio boom durante i mesi di lockdown. Forse a causa della voglia di passare il tempo in maniera diversa, forse grazie alla maggior disponibilità di tempo libero a disposizione, molte persone hanno deciso di investire il loro tempo nella riscoperta dei videogiochi e hanno provveduto ad acquistarli online.

Le piattaforme più ricercate per l’acquisto di giochi

Stando ai dati raccolti, risulta evidente come le piattaforme maggiormente consultate proprio per acquistare videogiochi online siano state Nintendo Switch, Opengames.it e Play Station 5. Ovviamente il tutto è variato in base alla tipologia di gioco preferita dal consumatore, ma dati alla mano, a colpo d’occhio, sono proprio questi i siti web che hanno avuto la meglio negli ultimi mesi.

Essendo uno dei settori più significativi nel mercato globale dei giochi, i giochi online stanno dimostrando il loro potenziale nell’ambito dei contenuti digitali, in particolar modo, come detto, in questo anno particolare che ha visto crollare diverse realtà commerciali. Per promuovere il gioco online, le società di software utilizzano attivamente vari media tradizionali e non tradizionali: pubblicità televisiva e radiofonica, pubblicità sulla stampa, pubblicità esterna e varie promozioni, mirando a nuovi giocatori con display prominenti e luminosi e tattiche innovative.

Uno degli strumenti promozionali più efficaci che sta guadagnando popolarità nel settore è la pubblicità in-game, in cui uno sviluppatore promuove partner e affiliati all’interno dei propri contenuti di gioco.
Si è trattato quindi di un “passaparola” che ha generato un incremento notevole e ha permesso ai diversi giocatori di poter affinare le tecniche e cercare altri stimoli in giochi diversi, nei quali magari spesso e volentieri esiste la possibilità di interfacciarsi ad altri giocatori.

Socializzazione a distanza: il boom della vendita online

Il web diventa sempre più una fonte di comunicazione diretta impressionante e nonostante i giorni di quarantena, poter “giocare” insieme si è dimostrato possibile, anzi, probabilmente uno dei motivi relativi all’incremento della vendita online di videogiochi è nato proprio dalla voglia di socializzare anche a distanza. Quale modo migliore per divertirsi senza subire la solitudine derivante dal lockdown?

È proprio per questo motivo che in tantissimi hanno riscoperto la passione dei videogiochi e i siti sopra citati sono stati presi d’assalto. Questa, che sembrava un’ondata passeggera, si sta invece mantenendo nel tempo. Infatti, anche se la maggior parte dei giocatori è tornata ad una vita normale, sono sempre molto numerosi coloro che decidono di acquistare nuovi giochi online e sono sempre più frequenti gli acquisti relativi a novità del settore, soprattutto per quanto concerne Play Station e Nintendo.

Sarà forse che il lockdown ha insegnato l’importanza di avere un determinato tempo e spazio personale di cui prendersi cura, sarà che comunque in tanti hanno riscoperto i videogiochi come valvola di sfogo per le giornate lavorative di stress, ma il risultato è davvero sorprendente se pensiamo a quanto elevati siano ancora oggi i dati che fanno riferimento alle vendite online di videogiochi.

C’è da capire se le vendite continueranno ad aumentare andando avanti nei mesi, ma stando ai dati attuali, sembra che l’andamento sia positivo. In fondo, il buongiorno si vede dal mattino.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *