Curiosità

Icone religiose e sacre

Simbolo religioso e sacro: le icone

Ritornando ai vecchi insegnamenti scolastici, per capire dei concetti o delle parole, si parte dall’etimologia della parola. Cosa è un’icona: dal greco significa immagine, l’intesa quando si parla di icona sacra in ambito teologico è “l’immagine sacra nell’arte bizantina”, in particolare quella russa. La particolarità di queste icone, è il passaggio dalla pittura su muro alla pittura su tavole di legno.

La sua funzione è quella di lasciare un segno, un segnale, è quella di palesare davanti agli occhi la storia, ciò che ci viene raccontato. La scioccante arte che ci viene mostrata, segna profondamente non solo gli occhi ma anche il sentimento, il cuore.

L’incognita della fede, raccontata dalle icone, entra nel nostro Io rendendolo carne. Si entra in sintonia con i Santi, con la Vergine Maria, con Cristo, sino a fidarci di quell’icona, di quell’immagine, sino a fidarsi di Dio. Per i teologi, l’icona è la rappresentazione dello spirito che diventa corpo e si può palesare dando testimonianza. Considerato un luogo di incontro, l’icona la troviamo in ogni ambiente dove c’è l’unione in preghiera, una chiesa una scuola, ma anche in ambito familiare.

Ho cercato “i migliori articoli religiosi da regalare” e mi sono imbattuta in un sito dove ho trovato degli oggetti religiosi esemplari e soprattutto con una vasta scelta. Dai bracciali, alle croci, alle statue ma ciò che mi ha colpito sono state delle icone rappresentanti la Vergine Maria o Gesù. Si possono acquistare icone online sul sito Holyart ed è qui che ho trovato dei pensieri per una ricorrenza che possa essere Pasqua, Natale, Cresime, Prima Comunione, Battesimi o Matrimoni. Io ho scelto quella che rappresenta il battesimo di Cristo perché la ricorrenza calzava a pennello.

Colori e immagini delle icone sacre

La curiosità mi ha portato alla ricerca del significato delle immagini sacre che sono raffigurate dalle icone. Le icone sono immagini, rappresentazioni, figure sacre che sono state ritrovate in ogni luogo religioso, in ogni strada di Cristo. Sono i geroglifici che prendono forma su tavole di legno per raffigurare il loro presente e la nostra storia. I colori sono quelli che ci regala la natura, la terra, il marrone, il porpora, il giallo ma anche il celeste che segna il candido, il celestiale e l’oro che fa intendere che l’immagine = l’icona è sacra, preziosa. Quando incontriamo questi colori opachi ci avviciniamo al calore che il religioso trasmette in noi incutendo serenità e protezione. Tra gli oggetti religiosi e sacri, le icone si presentano come un regalo originale quanto antico, moderno quanto storico, sicuramente impressionante per chi lo riceve.

Quando le icone sacre sono storia

Le rappresentazioni sono semplicemente racconti di storia, di vita, rappresentanze di ciò che il Cristo ha vissuto, ha visto e ciò che gli altri possono raccontare di Lui. Le icone più simboliche e decorate le troveremo in Romania, in Russia. Ve ne sono di decorate e colorate, sono bellissime e ogni immagine della storia, ogni Santo raffigurato trasmette un messaggio che nella storia ha condizionato le genti, i religiosi, i credenti e i profani. Le iconografie più affascinanti sono quelle dorate, illuminano la stanza dove viene affissa. Un’icona regalata e affissa sulla parete di una abitazione, trasmette calore e protezione. Il Battesimo di Cristo, l’Ultima Cena, sono segni di fratellanza e di speranza, sentimenti ai quali ognuno di noi auspica.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.