Motori

Filtro gasolio sporco: cause, prevenzione e come fare

Un pericolo che di certo non è da sottovalutare e che può causare gravi danni alla nostra auto è il filtro del gasolio sporco. Oltre alle pulizie di manutenzione programmate, può comunque accadere che il filtro del gasolio abbia dei problemi e di conseguenza è meglio intervenire tempestivamente per evitare danni ingenti all’auto. E’ importante fare molta attenzione ad alcuni segnali che la nostra auto manda, nel momento in cui il filtro del gasolio è sporco e di conseguenza è necessario intervenire.

I segnali da non sottovalutare

I segnali che la nostra auto sta utilizzando del gasolio che probabilmente è sporco,  sono ben riconoscibili. Quindi occorre solamente prestare un po’ di attenzione per rilevare questa problematica. Quelli che ha la nostra auto quando il filtro del gasolio sono veri e propri malfunzionamenti che, oltre a costituire in parte un pericolo, rischiano di danneggiare in modo irreversibile il nostro mezzo.

Bisogna far controllare i filtri nel momento in cui notiamo che la nostra auto ha una tenuta irregolare del minimo, quando l’erogazione della potenza non è costante, quando l’andatura non è continua ma “a strappi“. Inoltre, un altro chiaro segnale, proviene dai rumori insoliti che arrivano dal motore e da una difficoltà di avviamento.

Tutti questi, a maggior ragione se apparsi in concomitanza l’uno con l’altro, sono segnali inequivocabili che il problema è il filtro del gasolio sporco. E’ di certo bene osservare quanto questi “sintomi” durino. Nel caso in cui il problema sia il filtro, infatti, questi non saranno segnali passeggeri ma costanti.

Come agire in caso di filtro gasolio sporco

Se si avvertono chiaramente questi segnali sulla propria auto è bene fermarsi il prima possibile per evitare di danneggiare il mezzo. In questi casi è fondamentale richiedere immediatamente un supporto ad un meccanico o, nei casi più estremi, al soccorso stradale. In questo modo eviteremo di viaggiare senza essere sicuri del nostro mezzo ed eviteremo anche di danneggiarlo ulteriormente.

Incappare nel gasolio sporco non è una possibilità remota, anzi. Purtroppo nessuno ha la certezza che il gasolio che andrà ad utilizzare una volta fatto il rifornimento sarà di buona qualità. Può capitare che il distributore di benzina in cui si decida di fare rifornimento abbia da poco tempo riempito le cisterne. In questo caso, ad esempio, è probabile che il nostro carburante abbia ancora delle sostanze impure rimaste in sospensione. Di conseguenza, chi effettuerà il rifornimento in quel momento, rischierà di introdurre nella propria auto delle impurità che possono andare a danneggiarla.

Un buon modo per evitare che avvenga una cosa di questo tipo è fare attenzione a dove si fa rifornimento. Se per caso si notasse la presenza di una cisterna non distante dal distributore, sarebbe meglio evitare di rifornirsi. Questo perché significa che il distributore è stato appena rifornito e che le impurità non hanno avuto ancora il tempo di depositarsi sul fondo della pompa.

Un altro fattore che contribuisce al gasolio sporco è l’umidità notturna. Essa ha la possibilità di entrare all’interno del serbatoio attraverso il tubo di sfiato. In questi casi non è possibile prendere moltissime precauzioni. L’unica possibilità è utilizzare additivi chimici che abbiano la facoltà di eliminare l’acqua all’interno del combustibile.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *