Tecnologia

L’importanza di un buon servizio hosting italiano

Nonostante il successo delle app e delle tecnologie per i dispositivi mobili, il sito web rimane fondamentale per qualsiasi tipo di business online. Che si tratti di portali aziendali, blog personali o e-commerce, senza dubbio è indispensabile per chi lavora su internet avere una piattaforma adeguata. Allo stesso tempo, per garantire prestazioni ottimali è necessario scegliere un buon servizio di hosting, optando possibilmente per un web host italiano.

Perché scegliere un provider italiano e non straniero

Il settore dei web hosting è dominato da grandi gruppi internazionali, provider che propongono spesso piani piuttosto economici e servizi non sempre all’altezza delle aspettative. Al contrario un’azienda italiana può offrire diversi vantaggi, per creare siti web e e-commerce perfettamente ottimizzati e soprattutto in grado di competere in maniera efficace, posizionandosi con maggiore facilità sui motori di ricerca.

Innanzitutto è presente un servizio di assistenza in italiano, quindi la comunicazione risulta più semplice e si possono risolvere eventuali problemi rapidamente. Inoltre un provider nazionale avrà i suoi data center in Italia, un aspetto importante che consente di ridurre i tempi di caricamento del portale web, un fattore di ranking tra i più influenti per scalare le SERP di Google.

Non da meno è la possibilità di pagare in euro, non in dollari o in altre valute come avviene spesso con web host stranieri. Ciò permette di evitare le oscillazioni dei prezzi, legate alla quotazione del cambio tra le due divise. Un discostamento anche minimo può fare la differenza, specialmente quando si acquistano piani professionali o uno spazio web elevato, con la certezza di un costo fisso senza alterazioni.

Ad esempio tra i migliori web host italiani c’è SupportHost.it, un provider in grado di offrire web hosting flessibili, hosting con CMS preinstallato, hosting reseller per web agency e soluzioni dedicate su misura. I prezzi sono piuttosto competitivi, a partire da appena 1,75 euro al mese IVA esclusa, con pacchetti completi che includono backup giornaliero, certificato SSL gratuito, database MySQL, server dedicati o condivisi e hosting professionale Linux.

Quali sono le caratteristiche da valutare nella scelta dell’hosting

Appurato il vantaggio del rivolgersi a un provider italiano, rispetto a un web host straniero con servizio di assistenza in inglese e data center in Europa, a prescindere dal fornitore di servizi è fondamentale scegliere con attenzione l’opzione giusta. In particolare bisogna considerare una serie di aspetti principali, caratteristiche indispensabili per capire se si tratta realmente di un hosting di qualità oppure no.

Innanzitutto è essenziale che l’azienda sia affidabile, con un’ottima reputazione nell’ambiente e una certa esperienza. Dopodiché deve possedere server adeguati per garantire alte prestazioni ai clienti, con strutture hardware di ultima generazione, come dischi SSD per l’archiviazione dei file e tecnologie di cloud server. Inoltre deve essere presente un servizio di backup automatico dei dati, possibilmente eseguito giornalmente con salvataggio delle risorse per almeno 30 giorni.

Un altro aspetto da controllare è un periodo di prova iniziale, durante il quale testare l’hosting per capire se davvero è quello giusto per le proprie esigenze, un chiaro segnale che il web host si fida della qualità dei propri servizi. Non da meno è il tipo di pannello di controllo per la gestione delle funzionalità, la gratuità dei certificati SSL, la possibilità di cambiare piano in base alle necessità del progetto e il servizio di assistenza.

Cosa evitare quando si acquista un servizio di hosting

Nella scelta del web host migliore, oltre a verificare una serie di requisiti, è fondamentale prestare attenzione a dei segnali che possono indicare un servizio di bassa qualità. Ad esempio è meglio evitare i provider che offrono prezzi eccessivamente economici, a volte proponendo anche servizi illimitati. In realtà giocano sul fatto che soltanto pochi siti web hanno davvero bisogno di tutte le risorse promesse, perciò non si noterà quasi mai la differenza tra quanto indicato e quanto realmente messo a disposizione.

Al contrario è fondamentale che il web host fornisca un elenco dettagliato di ogni risorsa e funzione compresa nel piano hosting, mostrando trasparenza e professionalità nella commercializzazione dei propri servizi. Inoltre bisogna controllare bene il contratto, poiché al momento del pagamento potrebbero comparire costi accessori e vari extra, che possono far salire anche di molto il prezzo finale dell’hosting.

Stesso discorso per la tariffa del rinnovo, in cui alcuni provider potrebbero approfittarsi e richiedere un aumento eccessivo, situazione comune soprattutto quando il prezzo iniziale è molto basso. In linea di massima è necessario leggere attentamente i termini del servizio, prima di sottoscrivere un piano hosting per il proprio sito web o e-commerce, evitando di fidarsi di condizioni troppo vantaggiose, rivolgendosi invece a web host italiani seri e affidabili.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *