Formazione

Senso figurato: quali sono i sinonimi e contrari?

Quando si parla molto spesso si utilizzano delle espressioni particolari che dicono una cosa, ma ne vogliono significare un’altra. Quando si utilizza questa modalità si dice che si utilizza un “senso figurato”. Talvolta si specifica che si sta utilizzando questa modalità, perché non sempre all’interlocutore è chiarissima la modalità di espressione.

Cosa significa “senso figurato”

Un “senso figurato” non è altro che l’utilizzo di un simbolo, di una metafora per descrivere una situazione reale. Molto spesso per spiegare al meglio un concetto si fa un paragone utilizzando un’allegoria, che con il concetto non c’entra nulla dal punto di vista della realtà, ma che esprime chiaramente ciò che si voleva dire.

In questo modo si può traslare su un’altra dimensione, un concetto che altrimenti non si riuscirebbe a capire al meglio. Utilizzare una metafora per descrivere la realtà invece che descriverla realmente per far apprendere, è uno dei metodi più utili e che più rimangono impressi. Questo perché si utilizzano immagini che solitamente non vengono prese in considerazione e associate le une con le altre. Utilizzando figure allegoriche e immaginarie per descrivere una situazione reale, è solitamente tutto molto più semplice.

E’ più complicato riuscire a capire il senso figurato quando viene utilizzato magari dagli scrittori o dai poeti. In questi casi bisogna sapere cosa vuole dire l’autore, perché spesso le metafore utilizzate sono molto difficili da capire e hanno a loro volta altri significati nascosti.

Il “senso letterale”

Se da un lato si utilizza il “senso figurato” con le sue metafore che lo distanziano dalla realtà, il suo contrario è invece il “senso letterale”. Un esempio banale è l’espressione “vai a dormire”. Nel caso in cui si utilizzi il senso figurato, assume il significato di “lascia perdere”, “ma figurati se è così”, “non è vero”. Nel caso in cui essa assumesse il significato letterale, sarebbe davvero un’esortazione per l’interlocutore che davvero dovrebbe recarsi a letto e dormire.

Talvolta non ci si fa proprio caso, ma espressioni in “senso figurato” si utilizzano ogni giorno e spesso più volte di quanto si pensa. Viene praticamente in automatico in molti casi associare ad una cosa reale una spiegazione che utilizzi una metafora per rafforzare meglio il concetto. Molte sono entrate nell’uso comune e si utilizzano senza nemmeno pensarci troppo.

Proprio per questo motivo, quando invece si esprime un concetto reale e non si vuole avere un secondo fine e non si parla per metafore e si utilizza il “senso letterale”, talvolta si deve specificare. E’ infatti molto complicato separare a volte i due piani, perché le sottigliezze di alcuni discorsi, soprattutto tra due interlocutori che magari non si conoscono, sfuggono.

Se si intuisce che il proprio interlocutore non ha capito a cosa ci stiamo riferendo, è sempre meglio specificare a cosa ci si riferisce. Meglio specificare se si sta usando un ” senso figurato” o un “senso letterale”. In questo modo sarà più semplice spiegare alcuni concetti, riuscendo però a capirsi perfettamente. Il più grosso problema di comunicazione sono i fraintendimenti, che è sempre meglio evitare.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *