Economia

Retail: cosa significa, tipologie, evoluzione e guida di mercato

Con il termine Retail si vogliono indicare tutte le attività che sono collegate a dei servizi da parte di un’azienda o della vendita di prodotti della stessa. L’azienda è detta retailer e la caratteristica è che i prodotti di queste attività arrivano direttamente al consumatore finale che dunque li può acquistare semplicemente ed esclusivamente per uso personale o al massimo familiare.

Cosa significa Retail?

Il termine Retail deriva dal francese antico “Rettailier” che significa “tagliare” o “ridurre”. In italiano, in realtà, è stato tradotto con “vendita al dettaglio”. Questa traduzione è così particolare che intuitivamente porta a capire la differenza fra modalità di vendita per il commercio e vendita all’ingrosso.

La “vendita al dettaglio” sottolinea proprio la mancanza di intermediari tra il consumatore finale e l’azienda stessa. Se infatti per il commercio classico il negozio è un intermediario, con la vendita all’ingrosso questo non avviene e il consumatore finale è colui che acquista senza alcun tramite. Questo comporta una  notevole semplificazione della gestione della pratica e una riduzione di costi.

Un esempio sono i supermercati che sono di rivenditori e quindi rappresentano un intermediario tra il consumatore finale e il primo produttore. L’intermediario sicuramente è importante per avere una diffusione più capillare rispetto al grossista e quindi si possono raggiungere anche altri centri di distribuzione più lontani. Tuttavia, il Retail è decisamente importante per il consumatore che voglia acquistare all’ingrosso e soprattutto epr semplificare la transazione.

Il Retail marketing

Il Retail ha avuto nel tempo un evoluzione diventando Retail marketing grazie al progressivo aumento anche per gli investimenti. Questa è diventata una strategia di branding fatta dai professionisti del settore che vogliono puntare sulla customer experience per aumentare la competizione a livello commerciale.

Questo è molto importante per essere sempre più competitivi e per aprire anche nuove strade incentrate sul perfezionamento dello shopping stesso e anche sull’intrattenimento dei consumatori. Un esempio sono i Temporary Shop che possono diventare davvero qualcosa di molto importante per i brand che sono arrivati direttamente al consumatore.

Al Retail si associa soprattutto la tipologia di spazio fisico, ma tuttavia con la diffusione tramite internet dell’e-commerce che sta prendendo sempre più piede, questo termine viene man mano associato anche a questo settore. Settore che sta subendo una rivoluzione sempre più importante e che sta diventando sempre più competitivo.

La continua stimolazione e agevolazione delle modalità di commercio on-line, fanno sì che continuino a progredire sempre di più coloro che scelgono di investire in questa tipologia di Retail per essere competitivi al massimo su un mercato che si sta evolvendo sempre più rapidamente e che ha la necessità di trovare nuovi sbocchi per poter sopravvivere.

Sempre di più sono le aziende che decidono di optare per il retail marketing e di “far da se”, senza usare un intermediario. Tuttavia, se questo è un grandissimo vantaggio da un lato, dall’altro può anche indicare una possibile sicurezza minore, soprattutto per gli acquisti online. Il tramite, infatti, impone un controllo in più e di conseguenza una sicurezza maggiore. Sicurezza che comunque può avere anche il retail marketing, se ben strutturato.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *