Tecnologia

Contapassi iphone: quali sono le migliori App?

Mantenersi sempre in allenamento è davvero importantissimo, sia per il fisico che per la mente. Che si voglia migliorare dal punto di vista fisico o si voglia semplicemente fare del moto, utilizzare un’applicazione che possa monitorare le evoluzioni puó essere senza ombra di dubbio molto utile.

Tra quelle in circolazione sicuramente il contapassi, in particolar modo quello di iPhone, propone questa tipologia di monitoraggio in grado proprio di contare i passi che una persona compie durante la giornata. Esistono moltissime tipologie di contapassi per iPhone e scegliere non è affatto facile, anche perché bisogna capire qual è la nostra volontà e quello che abbiamo bisogno. In ogni caso è possibile scegliere fra le migliori applicazioni in base alle nostre esigenze.

Le applicazioni contapassi di iPhone

In generale le applicazioni di contapassi di nuova generazione rispetto ai primi, hanno una marcia in più. Questa marcia in più è soprattutto dovuta alla tipologia di connessione e anche di esperienza che sono in grado di offrire. I dati raccolti da queste tipologie di dispositivi, infatti  possono essere visualizzati proprio tramite una rete di applicazioni scaricabili direttamente dall’app Store sullo smartphone.

Molte sono le aziende che hanno previsto però anche la creazione di App specifiche funzionali per questo scopo. Una di queste è Apple, che da sempre è una pioniera da questo punto di vista poiché ha deciso di implementare qualità e livello di informazione dei contapassi, predisponendo anche un’app specifica che registrasse tutte le informazioni.Man mano che la tecnologia e lo sviluppo sono andata avanti le applicazioni come i contapassi sono state sempre di più e ad oggi si può scegliere la migliore in base alle proprie esigenze.

Le migliori applicazioni contapassi

Una delle più utilizzate è senza ombra di dubbio Runtastic, che include una serie di funzionalità semplici, ma molto utili da utilizzare. Rispetto ad altre, questa applicazione non sfrutta il GPS e si limita a monitorare unicamente l’attività fisica, in special modo nel conteggio dei passi che vengono effettuati. In pratica, in base a questa applicazione, la sessione di allenamento viene stimata esclusivamente in base a dei parametri come possono essere l’altezza e il peso.

Grazie a questi parametri le applicazioni sono in grado di capire quando ci si muove e anche la tipologia di attività che si conduce durante la giornata. Questa applicazione non funziona in background e quindi bisogna attivarla solo quando la utilizziamo ed essa registra automaticamente tutti i nostri dati. È particolarmente utile sapere che c’è la possibilità di creare un vero e proprio diario di bordo, dove si possono registrare tutti i progressi che man mano vengono fatti.

Un’applicazione è che si discosta sostanzialmente da Runtastic Noom Walk pedometro, che spicca per la sua facile fruibilità. Noom Walk pedometro può essere utilizzato tutto il giorno e anche per tutta la durata del mese, nonostante l’applicazione sia chiusa. Questo avviene poiché essa lavora in background. In pratica essa è in grado di raccogliere i dati del sensore che si trova integrato all’interno dell’iPhone, ma questo sensore è presente dall’iPhone 5S in poi. Questa applicazione è tutto sommato abbastanza utile poiché è in grado di fornirci in modo veritiero e costante il numero di passi fatti durante la giornata. Rispetto alla precedente, questa ha il compito di monitorare in tempo reale ciò che avviene, i risultati raccolti e anche di monitorare l’attività fisica che viene fatta di tanto in tanto.

Un’applicazione invece sostanzialmente diversa dalle precedenti e Mapmywalk, poiché essa è in grado di offrire un punto di partenza differente che utilizza il GPS proprio per tracciare il percorso che viene fatto. Come tutti sanno il GPS utilizza moltissimo la batteria e quindi il punto negativo di questa applicazione è proprio il consumo molto maggiore di batteria rispetto alle precedenti applicazioni ed è quindi consigliabile utilizzarla solo quando effettivamente si è nella sessione di allenamento.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *