Pulire l'acciaio
Casa

Come pulire l’acciaio: tecniche e consigli utili

Nonostante l’acciaio sia estremamente resistente, utilizzando in modo prolungato questo materiale può accadere che questo perda la sua naturale lucidità. Pulire l’acciaio è pertanto essenziale.

L’acciaio viene usato per numerosissimo oggetti che ogni giorno ci rendono la vita più semplice: piani di cottura, cappe, inserti di forni, maniglie, posate, pentole, e gioielli.  Se l’acciaio perde la sua naturale lucentezza, o si sporca in qualsiasi modo, questi oggetti in acciaio potrebbero perdere di valore, oppure venir meno alla loro funzione.
Come fare per pulirlo? Vi sono diversi metodi per farlo: dal semplice sapone per i piatti a soluzioni con bicarbonato.

Come pulire l’acciaio: sapone per i piatti

Sia che si tratti di pentole o posate, sia che si tratti di piani cottura, sia che si tratti di gioielli, il sapone per i piatti può venirci incontro per pulire l’acciaio. Questo particolare tipo di sapone rimuoverà ogni tipo di macchia senza aggredire la superficie. Se si tratta di un piano cottura, è possibile eliminare macchie di cibo, bagnando il panno che utilizzeremo per pulire con acqua e sapone. Passando il panno imbevuto di acqua e sapone le macchie di cibo sulle superfici della cucina, senza utilizzare prodotti a base di petrolio o candeggina. Per rimuovere i residui di sapone, è sufficiente passare un panno asciutto.
Se si tratta di gioielli, invece, è sufficiente lasciare bollire dell’acqua e sapone, e inserirvi il ciondolo da lucidare per qualche minuto. Asciugare con un panno in cotone per rimuovere i residui di sapone, e lasciare raffreddare.

Pulire l’acciaio con il bicarbonato

Per lucidare le posate in acciaio in modo naturale bisogna bollire una soluzione di acqua, aceto di mele e bicarbonato. Le posate devono essere lasciate a bagno per qualche minuto, risciacquandole con per bene con acqua fredda. Chi vuole fare le cose per bene può anche strofinarle con un panno in cotone. Questa soluzione è efficace anche per pulire i rubinetti, e i tubi del lavabo. In questo caso si dovrà immergere una spugna nel preparato, e passare le rubinetterie con la parte ruvida della spugna.

Come pulire l’acciaio: l’aceto

Capita spesso che la cappa, alla fine della preparazione di un piatto, sia completamente opaca. Il vero problema è che è facile rigare una cappa in acciaio se non si usano i giusti prodotti. Tuttavia, utilizzando una spugna piatta, morbida e liscia, imbevuta di una soluzione di due parti d’acqua e due di aceto, si potrà rimuovere facilmente il grasso sulla superficie senza rovinarla.

Consigli utili per pulire l’acciaio

L’acciaio è un materiale particolarmente lucido, attrattivo, e resistente. Tuttavia, con una manutenzione sbagliata è facile rovinarlo.
Di seguito alcuni consigli utili per non commettere errori:
– Non utilizzare prodotti a base di cloro o ammoniaca, poiché la superficie potrebbe essere corrosa dalla troppa acidità della sostanza e quindi perdere la sua naturale lucentezza;
– Per pulire superfici in acciaio come il cestello della lavatrice o l’interno della lavastoviglie, si può fare un lavaggio a vuoto con bicarbonato e aceto;
– Non pulire l’acciaio con panni o spugne che grattano o carta assorbente, poiché potrebbero graffiare la superficie.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *