locuzioni avverbiali
Curiosità

Locuzioni avverbiali: cosa sono e come si utilizzano

Capita spesso che nell’uso quotidiano di tutti i giorni si facciano degli errori grammaticali, specie quando si tratta dell’uso delle locuzioni avverbiali. Se non ricordi bene come si usano, sappi pertanto che non sei l’unico, e che anzi, due italiani su cinque non sanno come utilizzarle.

Le locuzioni avverbiali vengono utilizzate frequentemente nella lingua italiana. Precisamente sono gruppi di parole che insieme svolgono la funzione di un avverbio, specificando quindi il significato di un elemento. Riconoscere la locuzione avverbiale è facile.

Locuzioni avverbiali: come riconoscerle

Per riconoscere una locuzione avverbiale bisogna valutare se quel gruppo di parole può essere sostituito semplicemente da un avverbio. Ovviamente, questo gruppo di parole nell’analisi grammaticale deve essere considerato come un tutt’uno. Esattamente come succede con gli avverbi, le locuzioni avverbiali vengono utilizzate per modificare i verbi o gli aggettivi. Inoltre, questi possono essere utilizzati per modificare avverbi, oppure intere proposizioni.

Come utilizzare le locuzioni avverbiali

Le locuzioni avverbiali vengono utilizzate esattamente come gli avverbi. Possono essere di modo, qualità, di luogo, tempo, valutazione e interrogative, a seconda del loro significato. Le locuzioni possono essere formate da aggettivi legati tra loro da preposizioni, come per esempio accade a “di male in peggio”, oppure con il raddoppiamento di nomi, di aggettivi, di verbi o di avverbi, come avviene in “piano piano”.

Utilizzare questi strumenti grammaticali nel modo corretto, non solo permette di parlare correttamente, ma anche di esprimersi più facilmente. Ciò darà la possibilità a chi ci ascolta di capire esattamente ciò che vogliamo dire, ciò che pensiamo.

Alcuni esempi di locuzioni avverbiali

Per capire al meglio le locuzioni è bene fare qualche esempio.

Se si tratta di una locuzione di modo, lo scopo è quello di modificare il modo o lo stato di qualcosa. Ade esempio, per dire che qualcuno camminava lentamente, si potrebbe dire “camminava piano piano”.

Se si tratta di una locuzione di tempo, potrebbe essere per esempio un’espressione come “di frequente”. Queste locuzioni dicono quando viene svolta un’azione, o quanto frequentemente.

La stessa cosa vale per le locuzioni di quantità, e di luogo.

Alcuni esempi di locuzioni di luogo potrebbero essere: di fianco, a lato, vicino vicino, tra uno e l’altro.

Diversamente, le locuzioni di quantità saranno espressioni come all’incirca, pressappoco, fin troppo, di più di, di meno.

Le espressioni devono essere utilizzate come se fossero degli avverbi, ma soprattutto devono dare un senso logico alla frase. Attenzione a non abusarne però, poiché, altrimenti si finirebbe per dare un senso innaturale alle nostre parole.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *