testo
Formazione

Esempio di testo narrativo: che caratteristiche deve avere? Come sceglierlo?

Ricevendo in consegna la scrittura o la lettura di un testo narrativo, ci si pone domande relative a cosa significhi realmente e da quali elementi debba essere caratterizzato tale testo. Vediamo dunque di fare un po’ di chiarezza analizzando le principali peculiarità di un testo narrativo.

Cos’è un testo narrativo?

Un testo narrativo è generalmente una tipologia di testo in cui un narratore racconta una storia, reale o inventata, con determinati personaggi. I testi narrativi si distinguono in letterari e non letterari: tra i primi troviamo le fiabe, le novelle, i racconti, i romanzi e i poemi epici; mentre tra i secondi troviamo le biografie, le autobiografie, le relazioni di viaggio, la cronaca giornalistica, le cronache storiche, gli aneddoti, le cronache giudiziarie e la corrispondenza degli inviati speciali.

Quali sono le caratteristiche principali di un testo narrativo?

Un testo narrativo, si basa generalmente su alcune caratteristiche fondamentali: tra queste la presenza di una storia, ovvero una serie di avvenimenti concatenati. Dei personaggi, che possono distinguersi in varie categorie in base al proprio ruolo. Il tempo, ovvero il momento in cui accade la storia raccontata (definito più propriamente Tempo della storia) che può essere passato, presente, o futuro, e che si differenzia da quello che viene invece definito Tempo del racconto, ovvero il tempo che il lettore impiega a leggere il testo stesso.

Poi ancora, lo spazio, ovvero l’ambientazione in cui agiscono i personaggi e nella quale accadono i fatti narrati che, a seconda dei casi, può essere reale, realistico o fantastico. E infine un narratore, ovvero colui che narra la storia e che, a seconda del testo, può essere interno o esterno. A questi elementi si aggiunge poi il fondamentale patto tra l’autore del testo e il lettore, un accordo implicito nel quale il lettore accetta la veridicità della storia narrata, mentre d’altra parte l’autore cerca di dare maggiore credibilità possibile alla sua storia.

In aggiunta a tutti questi elementi fondamentali, un testo narrativo può anche presentare sequenze di vario genere generalmente distinte in sequenze narrative, nelle quali la narrazione va avanti e la storia procede; sequenze riflessive, nelle quali vengono mostrati i pensieri dei personaggi; sequenze descrittive, nelle quali la narrazione si blocca per lasciare spazio alla descrizione di qualcosa; e le sequenze dialogate, caratterizzate dalle parole dei protagonisti che vengono riportati in forma di dialogo. Per quanto riguarda invece lo svolgimento della storia, in un testo narrativo si riscontrano in genere tre momenti ben distinti: una situazione iniziale, ovvero un periodo di generale equilibrio in cui un particolare avvenimento dà inizio alla storia; lo svolgimento ricco di peripezie, nel quale i personaggi compiono le loro azioni fino ad un momento di massima tensione, e la conclusione, ovvero lo scioglimento della vicenda e il ritorno ad una situazione di equilibrio.

Come scegliere un esempio di testo narrativo?

Durante la stesura di un esempio di testo narrativo, la scelta della narrazione può ricadere su una storia personale realmente accaduta o su un racconto di pura fantasia, questo dipende dalle preferenze e dalle capacità dell’autore e, seguendo gli elementi fondamentali prima citati, è possibile costruire testi narrativi di vario genere.

 

 

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.