riso
Salute

Carboidrati riso basmati: quanti ce ne sono in un etto? Quante calorie ha?

Per fortuna, ormai, sta sempre più prendendo piede la linea della sana e corretta alimentazione. Quando si decide di preparare e consumare un pasto si cerca di essere attenti a bilanciare carboidrati, calorie, proteine, andando magari a ricercare sul web le porzioni ideali. Tra i pasti generalmente più consumati, sicuramente troviamo i primi piatti, con la pasta e riso, proprio perché facili da preparare e facili da adattare a ogni condimento. Dunque, vediamo oggi di saperne di più sul riso basmati, cercando di capire quanti carboidrati ci sono in un etto e il numero di calorie che contiene.

Carboidrati riso basmati: cosa sono i carboidrati?

Prima di entrare nel dettaglio dei carboidrati presenti quando si sceglie di consumare il riso basmati, cerchiamo prima di capire cosa sono i carboidrati, e se sono buoni o cattivi compagni della corretta alimentazione. Spiegato in parole molto semplici, i carboidrati sono anche chiamati glucidi, termine che deriva dal greco e significa appunto “dolce”, e sono delle sostanze composte da acqua e carbonio, contenuti per la maggior parte in alimenti di origine vegetale, principalmente all’interno dei cereali. I carboidrati possono essere suddivisi in tre categorie principali: monosaccaridi, oligosaccaridi e polisaccaridi. Inoltre, si possono anche catalogare in carboidrati “buoni” e carboidrati “cattivi”. I primi sono quelli composti naturalmente e che si trovano ad esempio nella frutta e nel latte. Quando si parla, invece, di carboidrati “cattivi” ci si riferisce a quegli alimenti trasformati, come il fruttosio. I carboidrati, possiamo affermare che si consumano quasi regolarmente all’interno di ogni famiglia, in quanto per evitare di consumarli bisognerebbe evitare molti alimenti, tra cui pasta, patate, riso, biscotti, zozza, dolci e pane.

Carboidrati riso basmati: quanti ce ne sono in un etto?

Il riso basmati è una tipologia di riso caratterizzata da chicchi con una forma allungata. Questa varietà di riso trae le sue origini da coltivazioni in India e Pakistan, ma adesso è diffusa anche in altre parti del mondo. Prima di consumare riso basmati, ma così anche qualsiasi altra tipologia di alimenti, è bene informarsi sulle caratteristiche e sui valori nutrizionali. Per rispondere alla curiosità iniziale, possiamo affermare che 100 g di riso basmati contengono carboidrati per 25,22 g.

Carboidrati riso basmati: quante calorie ha?

Anche in questo caso, prima di rispondere alla domanda legata alle calorie contenute in un etto di riso basmati, cerchiamo di chiarire il concetto di caloria. Solitamente le calorie si utilizzano per calcolare il contenuto energetico contenuto nel cibo e nelle bevande. Quindi, la caloria alimentare indica l’apporto calorico di un determinato alimento o meglio l’energia che riesce a fornire. Spesso, questa misurazione avviene per coloro che intendono perdere peso, in quei casi è normale che per scendere di peso bisognerà assumere meno calorie rispetto a quelle consumate dal corpo quotidianamente. In sintesi, 1 kilocaloria (cioè 1000 calorie o 1 kcal) indica l’energia necessaria per aumentare la temperatura di 1 kg di acqua di 1°C. È giusto ricordare che le calorie sono unità di energia talmente tanto piccole che a volte in un minuscolo pezzo di cibo possono essercene migliaia. Per rispondere alla curiosità iniziale, possiamo affermare che 100 g di riso basmati apportano 360 Calorie all’organismo.

 

 

Potrebbe piacerti...