Transaminasi alte
Salute

Transaminasi alte: come accorgersene e cosa mangiare

Le Transaminasi sono delle molecole che si trovano nel fegato, e si occupano di trasformare gli amminoacidi in energia. Sono essenziali, affinché il corpo abbia il corretto apporto di energia per sostenere gli sforzi fisici. Le transaminasi, tuttavia, possono risultare alte durante un controllo, e fungere pertanto come da segnale per una serie di patologie.

Le transaminasi, infatti, possono alzarsi a causa di infezioni, o in presenza di malattie infettive. Vi sono casi in cui aumentano anche a causa dell’assunzione di farmaci, che possono incidere nella funzione epatica.
Inoltre, le transaminasi si presentano alte in caso di cirrosi epatica, steatosi non alcolica, e di disturbi colestatici.
I valori possono innalzarsi in caso di rigetto di un organi trapiantato.
Infine, possono innalzarsi anche durante la gravidanza.
Per diagnosticarla bisogna fare una serie di esami specifici: esami del sangue, esami delle urine, controllo biluribina e protrombina.
Vi sono poi di seguito una serie di accertamenti per capire cosa ha fatto innalzare i valori delle transaminasi.

Transaminasi alte: sintomi

Quando le transaminasi sono alte, causano al corpo una serie diversi problemi. In questo caso si possono riscontrare una serie di sintomi aspecifici tra cui perdita di appetito, nausea e vomito. Non solo, questo problema potrebbe provocare gonfiore e dolori addominali.
Si potrebbero riscontrare anche disturbi della pelle come pruriti o eczemi. Le urine si presenterebbero di colore scuro, mentre le feci dovrebbero avere un aspetto di colore chiaro.
Infine, si potrebbe accusare ittero, stanchezza e debolezza cronica.

Transaminasi alte: conseguenze

Valori estremamente elevati di transaminasi nel sangue causano una necrosi acuta delle cellule del fegato. Potrebbero causare anche epatite acuta, di origine virale o indotta da farmaci.
Valori eccessivamente alti, infine, posso aumentare il rischio di danni ischemici oppure di infarti epatici.

Cosa non mangiare e cosa evitare se i livelli sono alti

Per tenere le transaminasi sotto controllo devono essere consumati tutti quei cibi depurativi, che concorrono alla salute del fegato.
Questi possono essere per esempio il carciofo, piuttosto che lo yogurt magro. È bene inoltre preferire cibi magri e freschi, in modo da non sovraccaricare il fegato.
Evitare di conseguenza cibi grassi, le salse, gli insaccati, i dolci, bevande gassate e la carne rossa o quella di maiale.
È bene ricordare, infine, che l’alcool danneggia fortemente il fegato nel caso in cui le transaminasi siano alte.
Per depurare il fegato possono venire incontro numerosi infusi e tisane, come per esempio un infuso di carciofo. Evitare però il thé, poiché potrebbe sovraccaricare il fegato. La stessa cosa vale per le bevande nervine, energy drink, oppure bevande molto zuccherate.

 

 

 

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *