nervo accavallato collo
Salute

Nervo accavallato collo: come riconoscerlo? Che cosa si può fare per scioglierlo?

Quando si ha un nervo accavallato del collo si accusa un dolore pungente che può durare da un solo giorno a diverse settimane in base alla gravità.

In realtà, con l’espressione “nervo accavallato” ci si riferisce ad una tensione ad un gruppo di fibre muscolari, oppure a una contrattura. Un’altra causa può essere un tendine sovrasollecitato a causa di un movimento brusco, oppure a causa di vizi posturali.

Come risolvere questo problema al più presto? Esistono esercizi appositi? Si può manipolare la porzione di collo dolente? Molti, non appena avvertono il dolore, ricorrono immediatamente a creme per traumi e dolori muscolari. La verità è che non sempre queste sono efficaci, e basta solo un po’ di pazienza per far sparire il dolore. Inoltre, si può semplicemente risolvere co alcuni semplici esercizi e massaggi.

Nervo accavallato collo: come risolvere il problema in modo semplice e immediato

La prima cosa da fare quando avvertiamo questo dolore acuto, o quando pensiamo di avere un nervo accavallato del collo, è mantenere la calma. É essenziale rilassare i muscoli, ed evitare di mantenerli in tensione. Fare quindi piccoli movimenti circolatori con la testa o con il braccio, senza mettere i muscoli in tensione. Mentre si eseguono questi piccoli esercizi, bisogna rimanere in piedi con il peso ben distribuito su entrambi i piedi.

Lentamente, con il movimento dovrebbe sciogliersi la tensione, e il dolore dovrebbe diminuire. Se ciò non accade, si può procedere con la manipolazione della parte dolente, eseguendo piccoli massaggi con movimento circolatorio.

Se lo spasmo del cosiddetto nervo accavallato è causato da un’infiammazione oppure da uno stiramento, è possibile anche applicare del ghiaccio alternata ad una boule dell’acqua calda per fare il trattamento del caldo e del freddo.

Un altro metodo per ridurre il dolore è quello di utilizzare una pallina da tennis, e muoverla sul punto dolente premendo col palmo della mano.

Dolore acuto al collo: cosa fare se il sintomo persiste

Ci sono casi in cui il dolore non accenna a diminuire, e tende a proseguire anche per qualche settimana. In questo caso è bene affidarsi ad uno specialista, o usufruire di terapie specifiche.

Innanzitutto, bisogna capire che cosa scatena il classico dolore da “nervo accavallato del collo”: si tratta di un’infiammazione oppure di una contrattura? É stato sforzato il tendine, oppure si tratta di una tensione ad una porzione di muscolo?

Dopo aver capito la causa scatenante si può procedere con adeguate terapie che possono essere per esempio un massaggio, utile per risolvere una contrattura, la fisioterapia, per risolvere problemi più gravi, oppure la tecarterapia e un trattamento ad onde d’urto. É anche possibile trattare la parte dolente con creme a base di arnica, oppure con l’agopuntura.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *