premenopausa
Salute

Dieta premenopausa: quali cibi assumere e quali evitare? Occorre assumere degli integratori?

Ogni donna dovrebbe seguire una dieta specifica in base a ogni specifico periodo della sua vita. La donna, infatti, affronta diverse fasi ormonali in base al fatto se è in età fertile oppure in menopausa. La dieta Premenopausa può essere utile per evitare alcuni scompensi ormonali nella sua fase più delicata di vita.

Con l’arrivo della menopausa, è essenziale seguire una dieta variata ed equilibrata, prediligendo alimenti salutari piuttosto che il cibo spazzatura. Non bisogna seguire diete fai da te, ma soprattutto bisogna assumere in modo equilibrato tutti i macronutrienti: carboidrati, proteine, grassi, fibre, vitamine e sali minerali. Anche l’idratazione è importante in premenopausa,  che permette al corpo di funzionare correttamente.

La principale fonte di energie deve arrivare da fibre e carboidrati, poiché questi due nutrienti inducono a sazietà, ad una migliore digestione, e proteggono il sistema cardiovascolare.

Le proteine non devono mancare nella dieta, anche se in fase di premenopausa non bisogna eccedere nel consumo di carne, ma preferire quelle vegetali derivate da legumi e cerali.

Infine, i grassi non sono da evitare poiché forniscono energia pronta e concentrata che può essere immagazzinata e utilizzata nel momento del bisogno dal corpo. Attenzione però: bisogna prediligere i grassi insaturi rispetto a quelli saturi.

Dieta premenopausa: quali cibi assumere e quali evitare

Quando la menopausa si avvicina bisogna fare attenzione a ciò che si mangia, e cercare di fare una dieta equilibrata. Bisogna assumere la giusta quantità di macronutrienti, ed evitare le diete ad esclusione, che penalizzano alcuni macronutrienti per controllare il peso.

La dieta premenopausa prevede che vengano consumati cibi sani, penalizzando i grassi saturi a favore di quelli insaturi. Inoltre, bisogna consumare una buona dose di fibre.

Evitare quindi carni grasse, come quelle di maiale o insaccati, e preferire carni di bianche. Evitare anche i fritti, burro e dolci che lo prevedono come ingrediente. Evitare anche salse e condimenti grassi, oltre che cibi in scatola e gelati.

Preferire cibi ricchi di fibre come crusca, cereali integrali, frutta e verdura. Non esagerare con il consumo di uova, limitandolo a uno o massimo due a settimana. Sì ai legumi, che devono essere consumati in quantità maggiore rispetto alla carne.

Integratori per la premenopausa

In premenopausa è essenziale assumere sufficienti sali minerali e vitamine. In via teorica, con una dieta equilibrata on dovrebbe esservi il bisogno di integratori appositi, tuttavia capitano casi in cui vi possono essere delle carenze, specie se vi sono disfunzioni di qualsiasi tipo.

La donna in menopausa incorre spesso in carenza di calcio e di vitamina D. Ecco perché è consigliabile cominciare ad assumere integratori di calcio già prima dell’inizio della menopausa per prevenire problemi più gravi come l’osteoporosi.

Si consiglia anche di assumere integratori di vitamina E, C e B. La prima aiuta le cellule dell’epidermide a rinnovarsi, mentre le altre due agiscono sul sistema immunitario.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *